Novembre 24, 2021
Da Inferfo Urbano
19 visualizzazioni


Contrariamente a quanto avevamo sperato, l’interruzione della sedazione e del coma farmacologico, avvenuta un mese e mezzo fa, non ha significato l’inizio di un completo recupero per il nostro compagno.

Boris si trova ancora ricoverato nel reparto ustionati dell’ospedale di Metz, in terapia intensiva. Le sue condizioni sono fragili e instabili. Non è ancora in grado di parlare o di scrivere. Non si sa quanto tempo gli ci vorrà per recuperare appieno le sue capacità.

Inoltre, i suoi effetti personali non possono ancora essere recuperati dalla prigione. Si può quindi supporre che l’indagine sull’incendio avvenuto nella sua cella sia ancora in corso.

Le notizie saranno date secondo l’evolversi della situazione.

Anarchici complici e solidali

Fonte: lille.indymedia.org

Traduzione: infernourbano




Fonte: Infernourbano.altervista.org