Novembre 21, 2022
Da Inferno Urbano
195 visualizzazioni

GENOVA 2001 – PARIGI 2023

A più di vent’anni dal G8 di Genova 2001 si decidono a Prigi le sorti di Vincenzo Vecchi, ricercato in Italia per aver manifestato la sua opposizione ai grandi della terra e condannato nel 2012 ad una pena tanto pesante quanto assurda, come è stato per tutti i condannati per Genova 2001.

Catturato in Francia nell’agosto 2019 dopo dieci anni di processi e quasi altrettanti di latitanza, Vincenzo si trova attualmente libero grazie alla mobilitazione solidale cresciuta in Francia al momento del suo arresto.

Dopo alcune sentenze positive dei tribunali francesi, che hanno rigettato il reato di devastazione e saccheggio utilizzato dai giudici italiani, una sentenza della Corte di Giustizia Europea rischia ora di ribaltare la decisione francese di non procedere al Mandato d’Arresto Europeo.

Per questo la sua libertà è di nuovo in pericolo e i comitati di solidarietà sono tornati a manifestare. Il prossimo 29 novembre la Corte di Cassazione di Parigi prenderà una decisione che potrebbe essere quella definitiva.

Come familiari, amici e compagni di Vincenzo invitiamo tutte e tutti il 24 novembre alle ore 15.00 davanti al Consolato Francese di Milano per sotenere che le ragioni di chi allora scese per le strade di Genova sono ancora oggi più giuste ed urgenti.

Per ribadire che i governanti non vanno lasciati tranquilli mentre devastano e saccheggiano il pianeta su cui viviamo.

Per protestare contro una giustizia europea ostaggio degli interessi commerciali e militari.

Per ricordare che il carcere non è una soluzione ma il problema.

NESSUNA PRIGIONE, NESSUNA ESTRADIZIONE!

VINCENZO LIBERO, LIBERI/E TUTTI/E!

Assemblea di sostegno a Vincenzo (www.sosteniamovincenzo.org)




Fonte: Infernourbano.altervista.org