Maggio 21, 2022
Da Maistrali
248 visualizzazioni

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALL’ASSEMBLEA CONTRO LA PRESENZA MILITARE IN SARDEGNA

“MOLOTOV CONTRO IL COMANDO MILITARE?
I giornali, non solo quelli sardi, hanno riportato la notizia che una molotov sarebbe stata lanciata contro il comando militare di Via Torino a Cagliari. Prendiamo parola per dire come sono andate veramente le cose e cosa ne pensiamo. Ieri si è svolto uno dei tanti corteini che in queste settimane hanno attraversata la città contro le esercitazioni militari, che in questo mese hanno invaso la nostra isola con ancora più violenza del solito. Nella serata di ieri il corteo ha attraversato le vie del centro pubblicizzando la manifestazione di domani a Teulada e finendo come di consueto al comando militare dove i muri sono stati imbrattati con la vernice rossa, per ricordargli il sangue di cui si sporcano le mani ogni giorno. Le torce fumogene accese hanno involontariamente infiammato la vernice che veniva lanciata e le fiamme hanno annerito i muri. Non ci stupiamo che i giornali facciano del sensazionalismo, forse per scoraggiare la partecipazione al corteo di domani, ma questo non ci interessa. Vogliamo ribadire però che a partire da domani la lotta contro l’occupazione militare della Sardegna continuerà. Cercheremo di nuovo di tagliare reti e invadere i poligoni, all’insegna del motto che ci accompagna da anni: “tanti modi un’unica lotta”.

Assemblea contro la presenza militare in Sardegna.




Fonte: Maistrali.it