Febbraio 25, 2021
Da Infoaut
59 visualizzazioni


In un’intervista a Sterk TV, Murat Karayılan, membro del comitato esecutivo del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK), ha condiviso i dettagli sull’operazione militare dello stato turco a Gare. Karayılan ha condiviso le informazioni secondo cui quando le forze della guerriglia curde avevano completamente circondato le forze militari turche, le forze armate turche hanno usato gas chimici per poter fuggire dall’area.

||||

.itemImageBlock { display: none; }

“Non appena sono arrivati, hanno dovuto affrontare una resistenza eroica. I nostri amici li hanno colpiti molto duramente “, ha affermato. E con il tempo hanno capito che erano bloccati e quindi hanno usato gas chimici e sono scappati”.

Gare è stata un punto di rottura

Sottolineando che l’operazione fallita a Gare è stata un punto di svolta per l’esercito turco e il governo dell’AKP, Karayılan ha affermato: “Questa è una sconfitta così profonda, un punto di rottura. Tayyip Erdoğan ha dovuto ammettere per la prima volta di aver fallito “.

Karayılan ha anche condiviso informazioni dettagliate sui 13 prigionieri turchi, che il PKK ha sorvegliato come prigionieri di guerra per anni e che sarebbero stati uccisi alla fine dell’operazione a Gare.

“Questi attacchi operativi non sono stati lanciati per salvare e liberare quegli individui. Volevano stabilire la loro presenza militare nel mezzo della regione di Gare. Chiunque capisca la logica della guerra può capire che questa non è stata una mossa intelligente “, ha affermato.

“Stiamo parlando di un campo sotterraneo, dicono anche questo, che il campo aveva 7 accessi.Se attacchi un posto del genere con attacchi aerei e vari gas chimici, è possibile che qualcuno possa rimanere vivo all’interno?Questo è inconcepibile. La responsabilità della morte dei prigionieri è completamente delle autorità turche. La loro brutalità, la loro insensibilità hanno causato tutto questo.

Comitati indipendenti possono visitare l’area

Karayılan ha chiesto giustizia internazionale e un’inchiesta indipendente e ha invitato un comitato internazionale indipendente a visitare Gare e condurre un’indagine urgente sulle dichiarazioni dello Stato turco e del PKK.

“Siamo aperti. Comitati indipendenti possono visitare l’area e condurre un’indagine indipendente. Abbiamo i corpi deceduti dei nostri amici. Possono prelevare campioni da loro “, ha dichiarato.

Da Uikionlus.orgUikionlus.org

Potrebbe interessarti




Fonte: Infoaut.org