Giugno 22, 2022
Da Radio Blackout
162 visualizzazioni

Una area di 150 ettari di terreno tra Mazzè e Rondissione, nel basso canavese in Provincia di Torino, potrebbe essere designata come luogo per il deposito nazionale di scorie nucleari. Scorie di tutti i tipi potrebbero finire in quell’area,  creando un pericolo ambientale per la popolazione locale e un enorme disagio per chi vive quei territori, e comportando una pesante militarizzazione dell’area stessa.

In questo panorama, la Sogin, la compagnia pubblica che si dovrebbe occupare dello smantellamento del nucleare in Italia, è stata commissariata il 15 Giugno ufficialmente, a causa di una serie di scandali gestionali quali spese ingiustificate, appalti senza gara, bonus ai dirigenti.

Una ennesima opera dall’altissimo impatto ambientale, col fine di speculare e devastare un territorio.

Per opporsi e accendere i riflettori su questa storia, il Comitato Atomi Impazziti ha organizzato per Sabato 25 Giugno una passeggiata collettiva sui terreni destinati al deposito.

Di tutto questo ne parliamo con Silvano del comitato. Ascolta la diretta:




Fonte: Radioblackout.org