Giugno 3, 2022
Da Umanita Nova
230 visualizzazioni
Migliaia di persone hanno manifestato ieri a Coltano vicino Pisa per opporsi al progetto di nuova base militare per i Carabinieri. Una nuova installazione di guerra in un territorio che già vede numerose caserme e strutture militari e che mira a fare di Pisa un vero e proprio hub per le missioni militari. Il progetto poi dovrebbe sorgere in una zona protetta aggiungendo quindi un’ulteriore devastazione ambientale a questo territorio.
Una manifestazione variegata e determinata che ha ribadito in maniera chiara la propria opposizione a questo progetto sia a Coltano che altrove.
Molto partecipato e rumoroso lo spezzone anarchico aperto dallo striscione “Contro la guerra e chi la arma” che ha visto la presenza di compagne e compagne da tutta la Toscana ma anche da altre città con tanti striscioni e bandiere. Significativa fra le altre la presenza delle compagne e dei compagni della FAI. Presenti al corteo anche l’Assemblea Antimilitarista e il Coordinamento contro le missioni militari all’Estero di Livorno con uno spezzone specificatamente antimilitarista. Sono stati già lanciati altri appuntamenti fra cui ad Aviano del 19 giugno. E’ sempre più urgente rafforzare, radicare e coordinare le varie lotte antimilitariste sui vari territori, dalla Sicilia alla Sardegna, dal Friuli-Venezia Giulia alla Toscana al Piemonte. La manifestazione di ieri è stata un’ulteriore tappa in questa direzione.
La redazione web



Fonte: Umanitanova.org