Novembre 22, 2022
Da Radio Blackout
213 visualizzazioni

Il 3 novembre il tribunale di Gela ha emesso una sentenza di primo grado per 17 compagnə del movimento NoMUOS, condannandolə a due anni di reclusione ciascuno, in tutto 34 anni di reclusione.
I fatti risalgono al 1° marzo 2014, quando un corteo violò le prescrizioni della questura per attraversare un’area da tempo occupata militarmente dagli Stati Uniti per realizzare le mega antenne del Muos. Il Muos all’apeoca era stato appena ultimato , anche se, grazie alla lotta antimilitarista i lavori si erano conclusi con due anni di ritardo sui piani della Marina militare statunitense. Tante volte gli attivisti e le attiviste del movimento, senza risparmiarsi, abavan bloccato l’avanzamento dei lavori contrapponendo i propri corpi davanti ai mezzi dei militari e delle ditte.
Quella volta la violazione della zona militarizzata venne repressa con manganelli e lacrimogeni e 17 attivisti finirono nel mirino della magistratura. Dopo 8 anni la sentenza di condanna.

Ne abbiamo parlato con Pippo Gurrieri del Movimento No Muos

Ascolta la diretta:





Fonte: Radioblackout.org