Settembre 25, 2022
Da Libertà è Partecip/Azione Diretta
190 visualizzazioni

Non c’è un solo motivo per andare a votare; non una sola ragione per
farsi abbindolare dalle promesse di gente che ha speculato sulle nostre vite da
sempre. Non esiste un argomento a favore della partecipazione elettorale: una mistificazione
verso gli ingenui e gli sprovveduti; un’operazione di distrazione di massa per
un cambiamento che non cambierà un bel niente, ma continuerà ad affossare i
bisogni popolari, per giunta in nome della “volontà della maggioranza degli
italiani”.

Non votare è un gesto di dignità; è una scelta rispetto al qualunquismo
votaiolo e alla corruzione elettorale e non solo; è un modo per prendere le
distanze da una classe politica responsabile dei più gravi problemi della
società. Può rappresentare un primo atto di resistenza, un momento di
riflessione per cominciare a guardare altrove, alle tante possibilità che
agendo dal basso e uniti, si possano mettere in atto lotte, progetti, attività,
azioni per provare a cambiare realmente e in meglio le condizioni di vita di
chi è stato ed è vittima di questo sistema liberticida.





Fonte: Achatnuarproduction.blogspot.com