Dicembre 9, 2022
Da Inferno Urbano
247 visualizzazioni

Riceviamo e diffondiamo:

È ora disponibile la II edizione di “Pietrino Arixi: il ribelle dell’anarchia. Vita e pensiero di un anarchico sardo”. Autobiografia. Coedizione Editziones “Sa Kàvuna / Arkiviu-bibrioteka “T. Serra”. 128pp. Prezzo 10€ (+sp). Per i distributori sconto del 40% oltre le 5 copie. Gratis per i prigionieri.

Per richiedere copie scrivere a: [email protected] oppure [email protected]

Dalla IV di copertina: “Pietrino Arixi nasce a Villasor (CA) nel 1922.

Ribelle per natura e temperamento, ben presto si scontra con la realtà politico-sociale determinata da rapporti di servitù e creatrice della miseria più nera per le classi subalterne di cui fa parte.

Rimasto orfano fin da bambino, è costretto per la sopravvivenza a sopportare i lavori più duri e le umiliazioni che la vita riserva ai proletari.

Spontaneamente si ribella alla condizione schiavistica fino ad acquisire coscienza di classe e pertanto ad indirizzare la propria ribellione contro il potere statuale, religioso, economico.

Venuto a contatto con le idee anarchiche che ampiamente circolavano tra i minatori dell’Iglesiente ha modo, nella triste emigrazione, di affinarle e convogliarle nella lotta impari dell’individuo contro istituzioni e situazioni oppressive.

Lotte che, in ogni caso e malgrado l’apparente sconfitta, fortificano l’autore e inorgogliscono la sua personalità, fino a riuscire vittorioso nel mantenimento di una individualità che trova in se stesso le ragioni della propria esistenza.

Quella che scorre in queste righe, è la vicenda di un subalterno sardo che non rinuncia alla propria ribellione nonostante le molteplici insinuazioni e tentazioni che un potere sempre più totale ed esclusivo vuole imporre per meglio esercitare il proprio dominio.”

Altre pubblicazione disponibili delle Editziones Sa Kàvuna:

1) “A KONKA ARTA! Alcuni scritti di Davide Delogu: la lottacontro l’isolamento, alcune azioni di solidarietà”

Una co-edizione di: Editziones Sa Kàvuna, Biblioteca Spazio Anarchico “Lunanera”, Edizioni Monte Bove. Costo 5E

2) “La guerra di classe in Spagna: 1973. Gangsters o rivoluzionari?” «La carta scritta rappresenta un elemento fondamentale, sia per i movimenti rivoluzionari, sia per le individualità determinatesi ad agire. Esperienze storiche di lotta e di agitazione armata si sono sempre dotate di opuscoli, di biblioteche, ciclostili e quanto altro necessario per produrre autonomamente il materiale da diffondere. I tempi? Lunghi. I luoghi? Spesso angusti. Le persone? Affidabili, prima che militanti specializzati o informatizzati. È nella strutturazione di tali fisicità che si ricompongono i fili delle azioni, che si individua il nemico, che si può meglio stabilire dove colpirlo, anticipando e smascherando le sue prossime mosse» (dalla nota introduttiva).

Una coedizione di: Archivio di Documentazione “Franco Di Gioia” – Cosenza Biblioteca dello Spazio Anarchico “Lunanera” – Cosenza Editziones Sa Kàvuna – Sardigna Edizioni Monte Bove – Spoleto (Prefazione di Alfredo Cospito) Costo 5E

3) “Theodore John Kaczynski. Anti-Tech Revolution: Come e Perchè” Si tratta del penultimo lavoro dell’autore.  Prima edizione in lingua originale: Fitch & Madison Pub. Agosto 2016 Prima edizione in lingua italiana: Editziones «Sa Kàvuna», Sardegna, Gennaio 2021.Costo 12E, 40% di sconto per i distributori sopra le 5 copie.

[email protected]

Prossime pubblicazioni in programma:  

1) LOUISE MICHEL: “ESILIO IN NUOVA CALEDONIA” (traduzione in corso)

2) KANEKO FUMIKO: “THE PRISON MEMOIRS OF A JAPANESE WOMAN” (traduzione in corso)

3) ALEXANDRE SKIRDA: “GLI ANARCHICI RUSSI, I SOVIET, L’AUTOGESTIONE”

4) Alexandre Skirda: “-Nestor Makhno- il cosacco libertario -1888/1934- La guerra civile in Ucraina -1917/1921-“ (pg 491,traduzione in corso)

5) Viktor Bélach & Alexandre Belach: “-Le rotte di Nestor Makhno- Manoscritto del capo di stato maggiore dell’esercito rivoluzionario insurrezionale d’Ucraina, Makhnovtchina” (pg 846, traduzione in corso)

6) Nestor Makhno: “La mia visita al Cremlino” (traduzione in corso)

7) Ida Mett: “Ricordi di Nestor Makhno” (traduzione in corso)




Fonte: Infernourbano.altervista.org