Novembre 21, 2020
Da Disordine
24 visualizzazioni


Alcuni dei nuovi titoli disponibili per il prestito e la consultazione:

Voltairine De Cleyre, Un’anarchica americana, ed. Elèuthera, 2017, pag. 183

Secondo Emma Goldman “Voltairine De Cleyre è la più dotata e brillante donna anarchica che gli Stati Uniti abbiano mai partorito”. Il libro raccoglie saggi e conferenze, in cui spesso esprime le sue riflessioni, e le sue battaglie, sulla condizione della donna.

Paolo Pasi, Ho ucciso un principio. Vita e morte di Gaetano Bresci, l’anarchico che sparò al re, ed. Elèuthera, 2014, pag. 175

29 luglio 1900: tre colpi di rivoltella colpiscono Umberto I, re d’Italia, il cosiddetto “re buono”, ma che il popolo chiama “re mitraglia” per le sue complicità nei morti dei moti della Lunigiana, di Sicilia, e per i cannoneggiamenti e la strage di Milano. A Monza, quel giorno, la mano vendicatrice dell’anarchico non trema.

David Gilbert, Amore e lotta. Autobiografia di un rivoluzionario negli Stati Uniti, Mimesis, 2016, pag. 395

“Il governo che ha rovesciato napalm sul Vietnam, che fornisce le bombe a grappolo che uccidono civili in Libano, che addestra torturatori in Salvador ci chiama ‘terroristi’. I governanti che si sono arricchiti con generazioni di schiavi che lavoravano e lavoratori resi schiavi… ci etichettano come ‘criminali’. Le forze di polizia dell’Amerika che hanno ucciso 2000 persone di colore negli ultimi cinque anni e che imbottiscono di droga le comunità ci dicono che ‘non abbiamo rispetto per la vita umana’. Noi non siamo né terroristi né criminali. È proprio perché amiamo la vita, perché gioiamo di fronte allo spirito umano, che siamo diventati combattenti per la libertà contro questo sistema razzista, imperialista e mortifero”.                                                                                                                           Dichiarazione in tribunale, 13 settembre 1982




Fonte: Disordine.noblogs.org