Dicembre 16, 2021
Da Inferno Urbano
98 visualizzazioni


È giunta oggi la notizia che tutte le misure cautelari per l’operazione repressiva Sibilla dell’11 novembre, diretta in particolare contro il giornale anarchico “Vetriolo”, sono state annullate dal tribunale del riesame che si ù tenuto il 14 dicembre. Dunque vengono meno gli obblighi di firma e di dimora per tre compagni, gli arresti domiciliari per Michele Fabiani e la custodia cautelare in carcere per Alfredo Cospito, che resta recluso per la condanna a 20 anni nel processo Scripta Manent.

Le motivazioni saranno note entro 45 giorni. Senza entrare nel merito della cartastraccia dei tribunali, sembra che la dicitura “annullamento” rappresenti la massima smentita possibile sul piano tecnico delle ipotesi accusatorie. In ogni caso, qualunque sarebbe stato il responso dei giudici, permane la nostra ferma perseveranza nella propaganda anarchica rivoluzionaria, nella solidarietà coi compagni imprigionati e nella difesa delle pubblicazioni anarchiche. La repressione non ci sorprende: sapevamo che le recenti condanne nel processo d’appello di Scripta Manent contro l’ultima edizione di “Croce Nera Anarchica” sarebbero state un infame precedente.

Ribadiamo la nostra solidarietĂ  con Alfredo, che proprio questa inchiesta puntava a isolare e ammutolire. Un abbraccio ad Anna, Juan, Beppe, Davide e a tutti i prigionieri che non abbassano la testa.

Ci vediamo lunedì 20 dicembre dalle 18:00 al Circolaccio Anarchico in viale della repubblica 1/A a Spoleto per discutere dell’operazione repressiva e delle ragioni della nostra lotta.

Anarchici a Spoleto
16 dicembre 2021

Fonte: fuoridallariserva.noblogs.org




Fonte: Infernourbano.noblogs.org