260 visualizzazioni

Dopo cinque mesi dall’ultimo bollettino di morti e feriti dalla regione marche, non che ci aspettassimo un miglioramento sul fronte dello sfruttamento con l’arrivo della stagione turistica, che è cosi misera di controlli da essere considerata da tutti il normale sfruttamento stagionale. ma un numero cosi alto di infortuni la realtà marchigiana è solita non raggiungerlo, per le fasce d’età giovanili (14-19 anni ). spesso impiegate in lavori stagionali e stage non retribuiti nei mesi estivi. l’inizio anno sorprende con un insolito alto numero di vite segnate a causa di infortuni al lavoro. gli istituti di rilevamento da gennaio a giugno davano un aumento di 573 infortuni sull’anno precedente, arrivando nel 2022 a 1124 infortuni in soli 6 mesi.è una fascia d’età che solitamente, in numeri percentuali sul totale dei lavoratori non è impiegata in gran numero, visto che non può svolgere alcune mansioni, come quelle legate alla somministrazione di alcolici. sono da considerare, a questo punto, inesistenti i controlli se la fascia fino a 14 anni dichiara 702 infortuni(!) ci domandiamo che tipo di mansione possa essere stata svolta da questi ragazzi o che sia tutta nell’ambito scuola lavoro? e se fosse il loro tutor che dice? non dovrebbe cercare di abbassare i fattori di rischio per lavoratori cosi giovani e spesso inesperti? non ci sembra che i dati inail specifichino quanti studenti/sfruttati siano tra gli infortunati. il lungo periodo trascorso dall’ultima nostra uscita sui dati regionali è trascorso all’insegna della guerra sul territorio ucraino che ha impattato più incisivamente, delle molte guerre in corso, il tenore di vita dei lavoratori europei e non, l’aumento dei prezzi dei combustibili e di conseguenza, il costo della vita è purtroppo destinato ancora ad aumentare. sui fronti non sembrano spirare venti di pace e di conseguenza oltre alla morte sul campo di battaglia gli sfruttati si ritroveranno aziende che non trovano più profittevole sfruttarli. ci saranno fermi di produzione come ci sono già stati per la carenza di pezzi, che peseranno tutti sulle spalle di una classe lavoratrice che sembra aver dimenticato come difendersi, partendo dall’unica sua arma, la solidarietà.

rincorrendo da oltre un ventennio un sogno di benessere raggiunto a caro prezzo, al costo di guerre e sfruttamento distanti dai nostri lidi, ma che lo stesso causano tragiche migrazioni epocali, di cui non vediamo che piccoli segnali, le nostre latitudini sono distanti, ancora per poco, dai campi profughi popolati da milioni di persone in fuga ormai da anni come in tutte le realtà di confine tra stati resi instabili. cosi che le elité possano scambiare i loro affari a buon prezzo. questo si riflette nell’ascesa politica degli sciacalli di disgrazie che si erano sopiti per oltre 30 anni, arrivando con soluzioni facili a problemi complessi raccogliendo voti anche tra lavoratori che sperano di rifarsi su altri lavoratori. ma che la rappresentanza di un sistema politico che cura gli interessi dei padroni o al massimo qualche libertà individuale residua e ha perso di vista un bene collettivo degli ultimi è ai nostri occhi già delegittimato da tempo, molti lavoratori scelgono di astenersi dal teatrino elettorale, senza però una partecipazione attiva nel portare avanti lotte nessuno riuscirà a migliorare la nostra condizioni di sfruttati. ritornando ai dati locali continuano ad emergere dai minimi controlli le irregolarità che ingrassano le tasche di chi vive del lavoro dei sottoposti, una decina di lavoratori non in regola in una discoteca di montecassiano, un imprenditore senza scrupoli costringeva i lavoratori con minacce e intimidazioni a 50 ore settimanali con contratti da 18 senza versare i contributi dovuti a civitanova marche, 10 gli imprenditori scoperti a gestire cantieri non a norma di sicurezza tra civitanova, tolentino, e ussita. mentre a gabicce l’ennesimo sfruttatore in un autolavaggio con il ricatto del rinnovo del permesso di soggiorno impiegava persone per 3 euro l’ora per 12 ore al giorno,senza giorno di riposo dando alloggio all’interno di locali insalubri in un garage senza servizi igienici.

8 aprile – pesaro – a14 incidente in autostrada, autista di un camion perde la vita tra le lamiere

11 aprile – ascoli – agricoltore di 66 anni rimane con una gamba straziata dalla motozappa.

12 aprile – ascoli – 55 operatori sanitari contagiati, chiuso parte del pronto soccorso per mancanza di personale
gradara – agricoltore muore schiacciato nel trinciaerba che si ribalta

14 aprile – pesaro – mezzo agricolo si ribalta, agricoltore viene sbattuto prima contro un albero poi contro la recinzione dell’oliveto dove lavorava. elisoccorso in gravi condizioni

27 aprile – fossombrone – muratore di 22 anni precipita dal solaio per un cedimento facendo un volo di tre metri, elisoccorso

montecassiano – feriti due autisti di un mezzo che trasportava vetro in bancali, uno dei due viene travolto e ferito gravemente dal carico che cerca di sistemare dopo lo sbilanciamento in una rotatoria l’altro si ferisce cadendo dal mezzo

12 maggio – tolentino – falegname di 32 anni si amputa una falange e ferisce profondamente un altro dito con una fresatrice

21 maggio – morro d’alba – operaio agricolo di 24 anni si ribalta con il trattore elisoccorso

22 maggio – numana – titolare di una pizzeria di 63anni ustionato da una fiammata in cucina riporta ustioni sul 10% del corpo elisoccorso

25 maggio – fermo – 29enni schiacciato da una balla di fieno in una azienda agricola, elisoccorso
senigallia – autocarro finisce nel fossato dell’A14 ferito il conducente estratto dalle lamiere

29 maggio – serrapetrona – agricoltore di 30anni rimane ferito per l’esplosione della gomma del trattore che stava gonfiando, riporta vari traumi tra cui il più grave un trauma toracico

1 giugno – jesi – camionista diretto alla new holland muore tra le fiamme, incastrato tra le lamiere del mezzo che si incendia dopo lo scontro con due piloni di un sottopasso

numana – camion si ribalta mentre scarica uno yacht al porticciolo, autista ferito

2 giugno – ostra vetere – operaio di 24 anni della rieco rimane con un braccio incastrato nel compattatore di rifiuti

3 giugno – treia – durante le operazioni di taglio di un albero l’operatore viene colpito dal tronco elisoccorso

4 giugno – ancona – dipendente della coop che gestisce un parcheggio aggredita, spintonata e denudata da un automobilista che da in escandescenze dopo essere stato richiamato perchè in contromano e ad alta velocità nel parcheggio

belforte – operaio metalmeccanico di 50anni si amputa un dito in un macchinario per piegare e tagliare le lamiere

civitanova marche – giardiniere 58 enne si procura una profonda ferita al braccio con una motosega

5 giugno – ancona – bidella di 58 anni travolta dagli studenti in uscita dell’ultimo giorno di scuola si frattura un polso cadendo

9 giugno – castelfidardo – assicuratore di 26 anni muore nel tragitto casa lavoro scontrandosi in moto con una mietitrebbia

27 giugno -falconara marittima – vongolara si ribalta ad un miglio dalla costa, muore un marinaio di 57 anni rimasto incastrato nella cabina, tratto in salvo un altro marinaio da un’altra vongolara giunta in soccorso

28 giugno – piandimeleto – agricoltore muore nel ribaltamento del trattore finendo in un dirupo

30 giugno – mogliano – agricoltore rimane ferito con una mano nella coclea che scarica granaie riportando la sub-amputazione del dorso

4 luglio – san benedetto – bagnino di salvataggio pestato da adolescenti ripresi per pericolosi tuffi

6 luglio – montecosaro – cade da 3 metri di altezza nella voragine che squarcia il solaio dove sostituiva un condizionatore in un calzaturificio riporta politraumi

10 luglio – belforte – muore 69enne cadendo con il trattore in un dirupo

15 luglio – roccafluvione – operaio del comune cade in un dirupo mentre svolge manutenzione
stradale, recuperato dai vigile del fuoco riporta ferite lievi

18 luglio – cagli – esplosione alla distilleria major di una miscela di acqua e alcool investe un operaio di 50 anni, riporta ustioni di secondo grado al volto braccia e corpo elisoccorso

ancona – addetto alle consegne per una pasticceria viene investito da un’altro furgone che lo tampona, si salva gettandosi all’interno del mezzo riporta ferite ad una gamba

22 luglio – caldarola – giovane operaio addetto ad un macchinario si amputa l’avambraccio

23 luglio – civitanova marche – a14 incidente tra tir e furgone della frutta, autista del mezzo più piccolo riporta gravi ferite elisoccorso

27 luglio – montecassiano – operaio edile di 21 anni di una ditta in sub-appalto cade dall’impalcatura riporta politraumi

porto sant’elpidio – operaio riporta gravi ferite in un azienda trauma cranico, fratture multiple a clavicola e gamba, si ipotizza una caduta dall’alto ma non c’è certezza all’arrivo in ospedale

28 luglio – tolentino – autotrasportatore di 40anni cade nelle operazioni di scarico al centro commerciale riporta varie fratture e escoriazioni

A cura del Centro Studi Libertari “Luigi Fabbri” di Jesi




Fonte: Cslfabbrijesi.noblogs.org