82 visualizzazioni


Si tratta di otto persone impiegate nei parcheggi Tanari e Staveco e nella gestione dei parchimetri, segnala Usb: “Hanno la sola colpa di essere assunti in un subappalto del Comune di Bologna”.

31 Dicembre 2021 – 18:57

“Un Capodanno da licenziati quello che stanno vivendo lavoratori degli appalti dei parcheggi Tanari e Staveco e della gestione dei parchimetri. Otto lavoratori che hanno la sola colpa di essere assunti in un subappalto del Comune di Bologna”, segnala l’Usb, spiegando “nel cambio appalto del servizio sosta, vinto dalla neocostituita azienda Bomob a scapito di Tper, le clausole sociali e sindacali non vengono applicate ai lavoratori in subappalto. Nessuna procedura di tutela occupazionale e contrattuale per questi lavoratori, nei giorni scorsi la Usb ha inviato una urgente segnalazione all’amministrazione comunale ed in particolare all’assessora ai trasporti Valentina Orioli. La Usb chiede che venga garantita la continuità occupazionale ai lavoratori coinvolti e che da parte del Comune di Bologna e dell’azienda subentrante Bomob vi sia la disponibilità nel procedere alla stabilizzazione del personale in subappalto”.




Fonte: Zic.it