243 visualizzazioni

L’inchiesta, contro ignoti, prende le mosse dai ripetuti malfunzionamenti che hanno caratterizzato il primo anno di esercizio delle navette. La Procura ha affidato gli accertamenti tecnici all’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali e ai Vigili del fuoco.

24 Gennaio 2022 – 14:49

La Procura di Bologna ha apeerto un fascicolo penale sui malfunzionamenti del People mover: l’inchiesta al momento è contro ignoti e si ipotiza il reato di frode nelle pubbliche forniture. L’obiettivo è “verificare la possibile rilevanza penale dei numerosi guasti che hanno caratterizzato il primo anno di esercizio del People mover, anche nella prospettiva della regolarizzazione del servizio e della garanzia della sicurezza dei trasporti”, ha fatto sapere la Procura. “Oltre ad avere delegato delle attività di natura investigativa e di raccolta documentale alla sezione di polizia giudiziaria dei Carabinieri”, la Procura ha anche “ritenuto di delegare degli accertamenti tecnici onerando personale dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (Ansfisa) e dei Vigili del fuoco”. Nel frattempo, anche al momento le navette di collegamento tra aeroporto e stazione sono ferme: “Per ragioni tecniche è temporaneamente sospeso il collegamento su monorotaia” e sono quindi attivi i bus sostitutivi, si legge sul sito di Marconi Express.




Fonte: Zic.it