104 visualizzazioni

Oggi presidio regionale sotto la Prefettura di Bologna in occasione dell’incontro nazionale con Franceschini e Orlando: “Chiediamo l’istituzione e l’immediata calendarizzazione di un tavolo interministeriale per discutere e costruire la legge di riforma del mondo del lavoro nello spettacolo e nella cultura”.

22 Aprile 2021 – 18:06

Lavoratrici/ori dello spettacolo di nuovo in piazza, a Bologna, questa volta per sostenere la delegazione ricevuta a Roma dai ministri Franceschini e Orlando. Come in altre città, la manifestazione bolognese si è svolta sotto la Prefettura: si è trattato di un sit-in di carattere regionale promosso da Professionistə Spettacolo e Cultura – Emilia Romagna, Rete Pacs Rimini, Lavoratrici e Lavoratori dello Spettacolo Piacenza e Professionisti Spettacolo e Cultura – Emergenza Continua. Le lavoratrici/ori chiedono che dal primo incontro con Franceschini e Orlando derivi l’istituzione e l’immediata calendarizzazione di un tavolo interministeriale “per discutere e costruire la legge di riforma del mondo del lavoro nello spettacolo e nella cultura”. Una seconda richiesta riguarda “l’accreditamento dell’intera contribuzione figurativa per gli anni 2020 e 2021 per tutte le lavoratrici ed i lavoratori dello spettacolo”. In più, le/gli lavoratrici/ori hanno utilizzato la manifestazione “per dire a gran voce che per lo spettacolo e la cultura il 26 aprile non c’è alcuna ripartenza!”.




Fonte: Zic.it