Novembre 23, 2021
Da Il Manifesto
112 visualizzazioni


Domani è la giornata contro la violenza maschile sulle donne e oltre agli appuntamenti istituzionali sono numerosi gli eventi tra spazi autogestiti, circoli, luoghi della cultura «dal basso» nei quali si cerca di riflettere sulla piaga bruciante dei femminicidi e sui meccanismi discriminatori della società patriarcale, spesso attraverso le pratiche artistiche.

IL CORTEO NAZIONALE organizzato da Non una di meno si svolgerà sabato a Roma ed è sicuramente la capitale a proporre l’offerta più ricca. Oggi alla casa autogestita da donne Lucha y Siesta è previsto un momento di scambio ed elaborazione a partire dal libro Maledetta sfortuna. Vedere, riconoscere e rifiutare la violenza di genere di Carlotta Vagnoli. Per le arti performative stasera e domani, presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo, andrà in scena lo spettacolo Medea per strada con Elena Cotugno, parole di Fabrizio Sinisi e Elena Cotugno, regia Gianpiero Alighiero Borgia. Gli spettatori saliranno a bordo di un bus urbano nei pressi del teatro, un viaggio fisico ed emotivo attraverso le storie di vita delle sex workers. Giovedì previsti due appuntamenti cinematografici, presso Scena a Trastevere l’associazione Filmstudio, ricordando la fondatrice e autrice di Processo per stupro Annabella Miscuglio, presenta la serata HER – Il cinema è delle donne. In programma il cortometraggio di Miscuglio Fughe lineari in progressione psichica del 1975 e il film Bellissime di Elisa Moruso (2019). Presso il Monk a Portonaccio il gruppo Mujeres nel cinema proietterà invece Mi chiamavo Eva di Miriam Previati, occasione per riflettere sul fenomeno del revenge porn. Sempre domani alla Casa Internazionale delle Donne l’evento Una nessuna centomila: nate per rinascere che oltre ad un dibattito vedrà testimonianze e performance teatrali a cura di Stefania Cosentini, Daniela Dolente e Emilia Guariglia.

SABATO INVECE dopo il corteo la festa «ufficiale» si svolgerà al Centro sociale Acrobax con i dj set di Boombambinas e Playgirls From Caracas. Rimanendo nel Lazio, al circolo Arci Sottoscala9 di Latina sono previsti due appuntamenti, venerdì un happening di letture transfemministe con il concerto di Yva & The Toy George, domenica presentazione del libro Manifesto della cura. Per una politica dell’interdipendenza di The Care Collective. A Milano organizzata per giovedì un’intera giornata di attività alla Casa delle donne che terminerà con lo spettacolo Berta. Canto alla terra di e con Alessandra Pasi. Lo stesso giorno a Napoli alla Mensa Occupata presentazione del singolo #Malammore di Zingarina, i cui ricavi andranno a coprire una borsa-lavoro in sostegno di donne in percorsi di fuoriuscita dalla violenza maschile.




Fonte: Ilmanifesto.it