Settembre 10, 2021
Da Collettivo Anarchico
47 visualizzazioni


Sabato 11 settembre h 17 Piazza Grande
Basta guerre e frontiere
Solidarietà alla popolazione afghana
Per il ritiro delle missioni militari all’estero.
XXXX Invitando tutte le realtà e i singoli a partecipare, si chiede di evitare la presenza di bandiere e striscioni di singole sigle, dal momento che si tratta della prima iniziativa pubblica di un coordinamento unitario XXXX
20 anni fa iniziava la “guerra al terrore”, con l’invasione dell’Afghanistan nell’ottobre 2001 a cui seguì nel marzo 2003 l’invasione dell’Iraq. Una guerra che ha portato terrore, morte, distruzione in quei paesi, una guerra a cui l’Italia, nel quadro della NATO, ha partecipato con un grande dispiegamento di soldati e mezzi militari.
Giustificata dalla “caccia” ai responsabili degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti, fu subito chiaro che l’intervento militare della coalizione non si sarebbe limitato ad una “operazione di polizia internazionale” ma si sarebbe trasformato in una guerra d’invasione. Dopo venti anni di occupazione, gran parte della popolazione afghana vive ancora nella miseria, nell’oppressione, nella guerra, nella violenza patriarcale. In queste settimane grazie agli accordi con gli USA e con la complicità dei suoi alleati, viene restaurato il regime talebano. La vicenda afghana mostra quali siano le conseguenze delle missioni militari, e mostra tragicamente l’urgenza di prendere l’iniziativa per il ritiro immediato delle missioni ancora in corso, per garantire la libertà di movimento ai profughi e a tutt* coloro che sono in fuga dal paese, per rilanciare l’impegno di
solidarietà concreta tra i soggetti sfruttati e oppressi in tutto il mondo.



Fonte: Collettivoanarchico.noblogs.org