Maggio 24, 2021
Da Radiocane
219 visualizzazioni

È passato un anno dall’uccisone di George Floyd da parte della polizia statunitense e da quando gli elementi di una tempesta perfetta sono esplosi in settimane e mesi dal sapore insurrezionale. Un anno che ha visto non solo la vittoria elettorale di Biden e la sommossa fascistoide di Capitol Hill, il 6 gennaio 2021, ma anche il processo e la condanna dell’agente di polizia Derek Chauvin, l’assassino di Floyd. Un anno soprattutto in cui la polizia ha continuato a uccidere come se nulla fosse successo, a conferma del fatto che molto deve essere ancora fatto per svellere le radici profonde del razzismo sistemico statunitense. Di questi fatti, e dell’eredità della Floyd Rebellion, abbiamo parlato con un compagno del collettivo libertario CrimethInc.

<!–

–>




Fonte: Radiocane.info