Marzo 31, 2023
Da Radio Onda D'Urto
921 visualizzazioni
RADIO ONDA D’URTO EMILIA ROMAGNA – LA TRASMISSIONE MENSILE SULLE FREQUENZE DEL GATTO NERO

Eccoci con la puntata Zero dell’appuntamento mensile curato dalla redazione locale Emilia-Romagna!

In ogni puntata tratteremo un tema generale da declinare attraverso differenti sguardi. Per il mese di marzo abbiamo deciso di dedicarci all’approfondimento della questione dello SCIOPERO.

“Sciopero, scioperare, bloccare la produzione, interrompere la circolazione, interrompere la riproduzione, irrompere nell’abituale circolazione degli spazi e tempi capitalistici, rivendicare salario, reddito, nuove condizioni di vita, rovesciare i rapporti di forza… Lo sciopero è tante cose…”

IN QUESTA PUNTATA:

• Skit iniziale rappato da Digiuno su base originale prodotta da Astratto di Ragoo Records.

• Ascolteremo le voci dalle piazze bolognesi del Global climate strike (3 marzo) e dello Sciopero transfemminista transnazionale dell’8 marzo, organizzate da movimenti che da anni costruiscono mobilitazioni e giornate di lotta immaginandole e cercando di praticarle come scioperi.

• Abbiamo chiesto a Flavio Rossi Albertini, avvocato di Cospito, di descriverci le motivazioni dello sciopero della fame e a Fausto Gianelli, avvocato di movimento di Modena, le ragioni della lotta contro il 41 bis dal punto di vista della giurisprudenza moderna.

• Siamo state a Piacenza, importante hub logistico e da oltre un decennio uno dei maggiori epicentri del movimento operaio, intervistando Carlo Pallavicini del SI Cobas. Gli abbiamo domandato cosa significhi scioperare oggi nella logistica.

• Abbiamo intervistato José del CALP (Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali) di Genova, che ci ha raccontato la storia della loro lotta e la mobilitazione contro la guerra del 25 febbraio.

• Abbiamo fatto un salto nel passato, precisamente al 5 ottobre 1914 a Guarda di Molinella (BO), per ripercorrere uno dei primi casi in cui braccianti e mezzadri hanno solidarizzato e sono entrati in sciopero insieme, scontrandosi contro padroni, crumiri e repressione. Dopo quei fatti molti lavoratori vennero confinati sull’isola di Capraia e Giuseppe Massarenti, allora sindaco socialista di Molinella, verrà indicato come mandante.

Qui la trasmissione “zero”. Ascolta o Scarica.

Nella prossima puntata:
Automazione, digitalizzazione, robotizzazione, realtà aumentata, intelligenza artificiale, 5G, Web 3.0, capitalismo di piattaforma… Siamo sempre più immerse in un vortice di trasformazione anche chiamato Rivoluzione industriale 4.0, un nuovo battleground su cui le lotte, i conflitti sociali e i movimenti si misurano, e su cui sempre più sarà necessario costruire approcci critici, nuovi modelli organizzativi, modalità altre di utilizzo.

Il progetto:
In attesa che le nuove frequenze digitali DAB arrivino in regione, stiamo costruendo un nuovo progetto di informazione locale, inclusivo e aperto a tuttə.

Per contribuire alla costruzione della trasmissione o proporre altri contenuti o attività, partecipa alla riunione redazionale! Ci troviamo ogni primo giovedì del mese alle ore 18, all’Archivio storico dei movimenti, in Via Avesella 5/a (Bologna).




Fonte: Radiondadurto.org