55 visualizzazioni


Asia-Usb: “Finora nulla è stato messo in campo”. Cambiare rotta sottolinea le istanze dei più giovani: “Investire negli studentati pubblici, basta strutture di lusso”. Manifestanti ricevuti dall’assessora alla Casa e dal capogruppo Pd: confronto che “pone le basi per un rapporto sindacale tra la nostra organizzazione e l’amministrazione rispetto al tema casa e all’emergenza abitativa”.

20 Dicembre 2021 – 18:30

“Oggi Asia Usb con famiglie sotto sfratto, occupanti e solidali ha portato la propria voce e rivendicazioni direttamente al consiglio comunale riunito in Palazzo d’Accursio!”. Ne dà notizia il sindacato sui social network.

Prosegue il post: “È ora di risposte sull’emergenza abitativa e sul carovita che sta colpendo sempre più persone e famiglie! In questo clima natalizio e di feste vogliamo ricordare alla Giunta Comunale che esiste un enorme problema legato al diritto alla casa, un’emergenza che colpisce migliaia di famiglie e che ancora nulla è stato messo in campo! Dall’occupazione di via Zampieri, agli sfratti che continuano a colpire tantissime famiglie escluse dal mercato privato con affitti alle stelle, ad Acer che continua la sua malagestione fatta di case vuote e graduatorie bloccate, al carovita che sta iniziando sempre più ad incidere su bollette e beni primari, è ora di risposte!”. Le attiviste e gli attivisti di Asia hanno anche depositato davanti a una porta del palazzo pacchi regalo recanti le scritte “Affitti alle stelle”, “Carovita”, “Sfratti”, “Bassi salari”, “Smantellamento del welfare”, “Case popolari vuote”.

C’erano anche gli studenti e le studentesse di Cambiare rotta, “per chiedere risposte al Comune e alla vicesindaco con la delega alla casa sulla situazione abitativa dei giovani”. Aggiunge il collettivo: “Basta studentati privati e di lusso, come lo student hotel, e maggiori investimenti negli studentati pubblici. Requisizione di tutto lo sfitto privato e pubblico per convertirlo in edilizia popolare e studentati.

I manifestanti sono stati ricevuti dall’assessora alla casa Emily Clancy, da un suo collaboratore e dal capogruppo del Pd in Consiglio comunale Michele Campaniello. “Questo incontro a differenza dei contatti precedenti pone le basi per un rapporto sindacale tra la nostra organizzazione e l’amministrazione rispetto al tema casa e l’emergenza abitativa”, scrive Asia: “Dopo quasi due ore di discussione siamo finalmente riusciti a porre l’attenzione sulle problematiche strutturali abitative di questa città, partendo dalla questione di via Zampieri. L’assessora alla casa ha accettato l’impegno formale di un confronto in merito a soluzioni concrete per via Zampieri e la costruzione di un rapporto con la nostra organizzazione sindacale rispetto all’emergenza abitativa. Attendiamo pertanto una convocazione da parte di questa Giunta”.




Fonte: Zic.it