Dicembre 13, 2022
Da Radio Onda D'Urto
138 visualizzazioni
ROJAVA: BOMBE SU SCUOLE, CHIESE E MOSCHEE. IL PARTITO DELLA SINISTRA EUROPEA PRENDE POSIZIONE.

Kurdistan.

Superata la terza settimana consecutiva di aggressione militare turca contro il Nord Iraq e il Rojava siriano, attaccate a partire dal 20 novembre 2022. Nelle ultime ore bombardati diversi villaggi nei dintorni di Manbji, Sherawa, Ain Issa. Le bombe turche colpiscono anche luoghi di culto, come moschee e chiese, e scuole: almeno 19 quelle chiuse attorno in particolare alla città di Kobane, con oltre mille studenti costretti a rinunciare all’istruzione.

Per ora Erdogan non si azzarda a sfondare via terra, sia per la contrarietà di russi e americani sia per la presenza, sul terreno delle Forze Democratiche Siriane, capaci sia di tenere a bada per ora i turchi e i loro mercenari jihadisti sia di non dare tregua alle cellule di Daesh tutt’ora presenti.

Nelle ultime ore, al riguardo. diverse operazioni speciali antiDaesh condotte assieme agli Usa tra Al Hol, Tal Hamis e Deir-al Zor, arrestato un sedicente emiro di Daesh e 2 jihadisti. Sequestrato un numero ingente di materiale bellico tra armi e munizioni.

A sostegno del Rojava proseguono intanto le iniziative solidali internazionali: sabato alle ore 16 appuntamento a Brescia con “Testimonianze dal Rojava”, al teatro San Carlino di corso Matteotti, 6.

A Vienna invece nei giorni scorsi il congresso della Sinistra Europea ha diffuso un comunicato solidale proprio con il Rojava, Abdullah Ocalan . in isolamento carcerario dal 1999 in Turchia – e per la rimozione del PKK dalla lista delle cosiddette “organizzazioni terroristiche”.

A Vienna c’era anche Maurizio Acerbo, segretario di Rifondazione Comunista, che abbiamo raggiunto telefonicamente. Ascolta o scarica




Fonte: Radiondadurto.org