244 visualizzazioni

Ieri pomeriggio ai Giardini Margherita una visita imprevista ha reso la vita difficile a un annunciato e malriuscito presidio di due sigle di estrema destra contro “stupri e immigrazione”.

02 Ottobre 2022 – 14:13

Una cinquantina di manifestanti, in gran parte donne, ha contestato ieri pomeriggio, a suon di cori e slogan transfemministi, un presidio di una decina di persone convocato ai Giardini Margherita dalle formazioni di estrema destra “Rete dei patrioti” e “Movimento Evita Peron” convocato sulla parola d’ordine “Basta stupri, basta immigrazione”.

“Chi stupra è un uomo, non un immigrato”, hanno ripetuto le contestatrici,  mentre su uno striscione si leggeva: “Gli unici stranieri, i fasci nei quartieri”. La manifestazione si è conclusa con un corteo lungo i viali.




Fonte: Zic.it