Novembre 28, 2022
Da Inferno Urbano
28 visualizzazioni

Alfredo Cospito è un prigioniero politico anarchico italiano, membro della “Federazione anarchica informale” (FAI).

Cospito è stato condannato per l’attentato a Roberto Adinolfi, direttore generale dell’Ansaldo Nucleare, e successivamente è stato condannato all’ergastolo per aver collocato, nella notte tra il 2 e il 3 giugno 2006, due ordigni a basso esplosivo presso la Scuola Allievi Carabinieri di Fossano (Cuneo), che non causarono né morti né feriti.

Tuttavia, durante il processo di terzo grado, il reato è stato riqualificato come strage politica finalizzata a minare la sicurezza dello Stato. In Italia è possibile ricevere una condanna per tali reati anche se non ci sono state vittime.

Il 20 ottobre 2022, Alfredo ha iniziato uno sciopero della fame per protestare contro il suo trasferimento in regime di 41 bis.

Il 41 bis è un regime particolarmente severo, che impone il completo isolamento, il divieto di svolgere qualsiasi attività all’interno della cella o del carcere, il divieto di leggere libri e giornali, e prevede inoltre una forte limitazione nelle comunicazioni con il mondo esterno ed alle visite dei propri familiari.

Il movimento degli anarchici di Irkutsk (DIAna) esprime solidarietà al compagno imprigionato!

Né galere, né repressione!
Solidarieta con Alfredo Cospito dai campagni da DIAna.

Burn the prisons! Resist against repression! Solidarity with Alfredo Cospito from DIAna.

Свободу политическим заключённым! Движение Иркутских Анархисто_к

Fonte: avtonom.org via actforfree.noblogs.org

Traduzione: Inferno Urbano




Fonte: Infernourbano.altervista.org