Marzo 17, 2021
Da Round Robin
61 visualizzazioni


Rivendicazione dell’attacco incendiario contro l’abitazione di un poliziotto da parte del Nucleo Elizaveta Kovalskaja dei Nuclei di Azione Diretta (Salonicco, Grecia, 26 febbraio 2021)

Giornalisti boia
Polizia carnefici
Ufficiali giudiziari carnefici
Cittadini rispettabili boia
Vendetta!

Non sono necessarie altre raccomandazioni. La lotta implacabile del rivoluzionario Dimitris Koufondinas continua per il 64° giorno e procede, come tale, dalla necessità da cui è nata. Una necessità che si intensifica e si rafforza man mano che il governo di Néa Dimokratía persiste e sceglie con ostentazione di mantenere una posizione intransigente, intendendo ucciderlo. L’asprezza dello Stato, questa intransigenza, non mira alla sua morte ma molto di più allo sterminio e alla definitiva frantumazione della prospettiva rivoluzionaria e della dignità combattiva, incarnate nel volto del rivoluzionario D. Koufondinas.

Da una settimana assistiamo con rabbia all’infinita vendetta dello Stato, che muta attraverso dichiarazioni alterne trasudanti a volte falso ottimismo e a volte fredda e brutale intenzione di sterminio. Ma la sorpresa è un lusso che non possiamo permetterci. È ovvio che state cercando di abdicare alle vostre responsabilità, ma per quanto cerchiate di scrollarvi di dosso ogni costo di una morte imminente, la responsabilità sarà solo vostra, avrà la vostra firma. Siamo sicuri che dalla nostra lotta, nel qui ed ora, sgorgherà la vendetta, mentre il vostro potere giacerà tra le rovine della storia che avete scelto, e per la prima volta la vita trionferà sulla morte.

Coloro che eseguono ciecamente la legge, coloro che servono gli appetiti di ogni potere, sono corresponsabili e complici della repressione, dell’assassinio e dell’arbitrio statale. Dalle guardie di frontiera che pestano e perseguitano i migranti, alla magistratura e ai procuratori che eseguono gli ordini delle autorità e condannano di nuovo al buio i prigionieri, calpestando i diritti fondamentali che sono stati conquistati con le lotte, a ogni poliziotto che prende potere come dirigente e sopprime violentemente coloro che lottano per la libertà collettiva. Ci sono molti esempi di impunità per i poliziotti, dai pestaggi, le torture e i rapimenti all’uccisione di combattenti che stando a quanto riportato hanno sparato con le proprie armi, che si sono difesi negli attacchi e si sono vendicati, senza naturalmente restare sorpresi dall’impunità della polizia, siccome i verdetti guidati della “giustizia” non ci sorprendono affatto.

DA QUESTO MOMENTO FINISCE LA SPERANZA E INIZIA LA TATTICA

Siamo qui per rendere inquieto il sonno dei responsabili, quello di coloro che costruiscono la propria vita sullo sfruttamento e l’ingiustizia. Perché l’ingiustizia non è anonima, ha un nome e un indirizzo. Per tutte queste ragioni, la notte di venerdì 26 febbraio [2021], abbiamo realizzato un attacco incendiario contro la casa di un poliziotto in via Papaioannou 17, a Sykies [sobborgo di Salonicco], e vi informiamo che questo è solo l’inizio. È un esempio di ciò che seguirà nel caso in cui il combattente D. Koufondinas subisca qualcosa di peggiore e irreversibile. Tanto per cominciare, restituiamo un po’ della violenza che riceviamo quotidianamente dai bastardi in divisa e vi promettiamo che la tensione aumenterà.

FORZA A COLORO CHE COMBATTONO CON OGNI MEZZO E AD OGNI COSTO CONTRO IL MONOPOLIO DELLA VIOLENZA DELLO STATO.

P. S.: Non dimentichiamo l’anarchico Lambros Fountas, che è caduto combattendo sotto i colpi delle armi della polizia nel marzo 2010, durante un’azione preparatoria dell’organizzazione Lotta Rivoluzionaria [Επαναστατικού Αγώνα, Epanastatikòs Agonas, EA].

IL 10 MARZO NON MUORE NESSUNO, IL 10 MARZO NASCONO I RIVOLTOSI
ONORE ETERNO ALL’ANARCHICO LAMBROS FOUNTAS
NON DIMENTICHIAMO, NON PERDONIAMO
NON C’È RITORNO. LA GUERRA Ãˆ LA SOLA STRADA.

Nuclei di Azione Diretta [Πυρήνες Î†Î¼ÎµÏƒÎ·Ï‚ Î”ράσης]
Nucleo Elizaveta Kovalskaja [Πυρήνας Î•Î»Î¹ÏƒÎ¬Î²ÎµÏ„ ÎšÎ¿Î²Î±Î»ÏƒÎºÎ±Î³Î¹Î±]

[Nota: Dimitris Koufondinas ha terminato lo sciopero della fame il 14 marzo. Tra parentesi quadre sono indicate delle integrazioni inserite da chi ha tradotto. A questo link il testo in greco: https://athens.indymedia.org/post/1611313/].




Fonte: Roundrobin.info