Aprile 19, 2021
Da Notav
213 visualizzazioni

Dopo 7 giorni di resistenza sul tetto i compagni e le compagne sono rimaste senza cibo e acqua.

Dopo che due compagne sono riuscite ad eludere le guardie e filo spinato, per dare un cambio e portare viveri, la polizia ha ormai circondato con torri faro l’ex autoporto e abbattuto gli alberi che potevano essere un rifugio sicuro per eventuali sortite notturne.

Ora la situazione è critica.

In segno di protesta, all’impossibilità di ricevere rifornimenti, due compagni si sono incatenati ad una struttura di ferro sul tetto da cui non è prevista la possibilità di liberarsi autonomamente.

Non lasciamoli soli!

Teniamo alta l’attenzione, appuntamento alle 18 al piazzale dell’acciaieria di San Didero!

Dalla pagina Presidio ex – autoporto di San Didero




Fonte: Notav.info