Maggio 18, 2021
Da Radio Blackout
113 visualizzazioni


Il prossimo 21 maggio alcuni sindacati di base hanno indetto sciopero della sanità.
La scelta della data non è casuale, perché proprio quel giorno a Roma si terrà il “Global Health summit”, un forum sulla salute, che si inserisce nelle iniziative di preparazione del G20, che si svolgerà quest’anno a fine ottobre in Italia.
Lo sciopero ha tra i propri obiettivi l’opposizione al decreto legge 44, che prevede la sospensione dal lavoro degli operatori sanitari che rifiutano la vaccinazione contro il Covid. Altro punto cruciale il mantenimento delle misure di protezione e prevenzione della diffusione del Covid 19 sia nelle RSA e nelle strutture sanitarie, poiché le stesse case produttrici dei vaccini non garantiscono che la vaccinazione metta al sicuro dai pericoli di infezione e malattia.
Viene inoltre richiesta l’abolizione dei lavori in appalto, la cassa integrazione, nuove assunzioni, investimenti nella sanità, riapertura delle strutture ospedaliere dismesse come il Maria Adelaide.
A Torino
Presidio in piazza Castello alle 10 lanciato dalla CUB
Presidio al Giovanni Bosco ore 15 promosso dall’USB

Ne abbiamo parlato con Alessandro Zanetti della CUB Sanità

Ascolta la diretta:





Fonte: Radioblackout.org