Gennaio 6, 2023
Da Radio Onda D'Urto
237 visualizzazioni
SCUOLA-LAVORO: MUORE A 18 ANNI AL QUARTO GIORNO DI STAGE IN AZIENDA, NESSUN RISARCIMENTO DALL’INAIL ALLA FAMIGLIA DI GIULIANO

I genitori di Giuliano De Seta, lo studente 18enne di Ceggia (Venezia) morto il 16 settembre scorso, in un incidente in fabbrica nel quarto giorno di stage lavorativo durante un PCTO, non riceveranno alcun risarcimento da parte dell’Inail perchè la norma lo prevede soltanto nel caso lo stagista sia anche “capofamiglia”.

Il mancato indennizzo deriva, inoltre, dal fatto che il ragazzo, travolto e ucciso da una lastra di acciaio, si trovava in azienda come stagista e non come operaio della ditta dove stava svolgendo il periodo obbligatorio di alternanza scuola-lavoro.

Il processo nei confronti delle quattro persone indagate per l’accaduto – il titolare della ditta, Luca Brugnerotto, Anna Maria Zago, la preside dell’Itis Da Vinci di Portogruaro, il responsabile della sicurezza Sandro Boron e il tutor Attilio Sguerzi – è stato programmato per il 10 marzo.

I genitori, che hanno voluto rendere pubblica la questione legata all’Inail, nel dolore della tragedia, hanno la possibilità di ottenere solo un risarcimento assicurativo.

Paolo Notarianni, coordinatore nazionale Rete degli Studenti medi. Ascolta o Scarica.




Fonte: Radiondadurto.org