Novembre 21, 2020
Da Individualismo Anarchico
27 visualizzazioni


La terra è dolce
Dove ora vado in punta di piedi
Passeggio su puri sentieri
O del tuo sangue le rose
Impregnano dolcemente la morte
Non ho più nessuna paura
Sulla tua tomba già fiorisco
Con i fiori delle piante rampicanti
Le tue labbra mi hanno sempre chiamato
Ora so che il mio nome non tornerà più indietro
Ogni palata di terra, che ti ha messo al sicuro
Ha seppellito anche me
Quindi è sempre notte per me
E le stelle già al crepuscolo
E io sono incomprensibile per i nostri amici
E sono diventata del tutto estranea
Ma tu stai sul portone della città più silenziosa

E mi aspetti, grande angelo

Else Lasker-Schüler



Fonte: Individualismoanarchico.blogspot.com