108 visualizzazioni


Sentenza del processo per l’operazione Prometeo: Beppe, Natascia e Robert sono stati assolti (04.10.2021)

In attesa di ulteriori contributi, pubblichiamo la notizia dell’assoluzione di Beppe, Robert e Natascia in primo grado nel processo per l’operazione “Prometeo”. Secondo i giornali, sono stati assolti «per non aver commesso il fatto», con la formula dell’insufficienza di prove.

In attesa della sentenza, compagni e compagne hanno fatto un presidio trasformatosi in corteo.

Nella scorsa udienza il sostituto procuratore della DDA genovese Federico Manotti aveva chiesto 18 anni e 4 mesi per Beppe e 17 anni per Robert e Natascia.

Beppe, essendo detenuto per un altro procedimento, per ora rimane in carcere, mentre Natascia, dopo due anni, è libera!

[Tratto da roundrobin.info].

Natascia, Beppe e Robert vennero arrestati il 21 maggio 2019 nel contesto dell’operazione «Prometeo», eseguita dai carabinieri del ROS (Raggruppamento Operativo Speciale), con l’accusa principale di «attentato con finalità di terrorismo o di eversione», poiché ritenuti responsabili dalle forze repressive dell’invio, nel giugno 2017, di tre pacchi-bomba indirizzati ai pubblici ministeri Rinaudo (PM in parecchi processi contro il movimento antagonista e gli anarchici) e Sparagna (PM del processo Scripta Manent), e a Santi Consolo (all’epoca direttore del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria di Roma). I tre pacchi-bomba vennero disinnescati. Robert è stato scarcerato nel dicembre 2019. Il 22 giugno 2020 c’è stata l’udienza preliminare del processo di primo grado, conclusosi il 4 ottobre 2021 con l’assoluzione dei tre compagni imputati. 

Il tribunale ha disposto la scarcerazione di Natascia dopo due anni e mezzo di reclusione, mentre Beppe resta imprigionato a causa di un altro procedimento (è accusato di aver posizionato un ordigno incendiario contro un postamat presso un ufficio postale, a Genova, nel giugno 2016, per cui è già stato condannato a 5 anni di carcere). Qui di seguito l’indirizzo del compagno:  

Giuseppe Bruna
C. C. di Bologna “Dozza”

via del Gomito 2
40127 Bologna


Sentence of the trial for the Prometeo repressive operation: Beppe, Natascia and Robert were acquitted (Italy, October 4, 2021)

Waiting for further contributions, we publish the news of the acquittal of Beppe, Robert and Natascia in first instance in the trial for the Prometeo repressive operation. According to the newspapers, they were acquitted “for not having committed the fact”, with the formula of insufficient evidence.

Waiting for the sentence, comrades have made a gathering turned into a demonstration.

In the last hearing, the prosecutor Federico Manotti had asked 18 years and 4 months for Beppe and 17 years each for Robert and Natascia.

Beppe, being detained for another case, for now remains in prison, while Natascia, after two years, is free!

[Update published in italian by roundrobin.info].

Natascia, Beppe and Robert were arrested on May 21, 2019, in the context of the “Prometeo” operation, carried out by the ROS (Raggruppamento Operativo Speciale, “Special Operational Grouping”) of carabinieri, on the main charge of “attack with the aim of terrorism or subversion”, as they were held responsible by the repressive forces for sending, in June 2017, three parcel bombs addressed to public prosecutors Rinaudo (prosecutor in several trials against the antagonist movement and anarchists) and Sparagna (prosecutor in the Scripta Manent trial), and to Santi Consolo (then director of the Department of Penitentiary Administration in Rome). The three parcel bombs were defused. Robert was released from prison in December 2019. On June 22, 2020, there was the preliminary hearing of the first instance trial, which ended on October 4, 2021, with the acquittal of the three comrades. 

The court ordered the release of Natascia after two and a half years of imprisonment, while Beppe remains imprisoned due to another case (he is accused of having placed an incendiary device against a post office in Genoa in June 2016, for which he has already been sentenced to 5 years in prison). Below is the address of the comrade:

Giuseppe Bruna
C. C. di Bologna “Dozza”

via del Gomito 2
40127 Bologna
Italia – Italy

[Published by malacoda.noblogs.org].




Fonte: Malacoda.noblogs.org