Dicembre 21, 2021
Da Inferno Urbano
58 visualizzazioni


La mattina del 20 dicembre, la sede del sindacato CSIF, che si trova in via Nàpols 118, è stata attaccata con scritte che recitano “Torturatori, libertà per i prigionieri del 27F”, una A di anarchia, e una delle finestre della sede è stata distrutta.

Questo sindacato, che vuole ricoprire diversi settori della funzione pubblica, è composto principalmente da guardie carcerarie e agenti di polizia. C’è stata una mobilitazione in questi giorni, alle porte di Brians I, per tentare di fermare la loro impunità, come il fatto che i carcerieri abbiano un modulo di Brians dedicato esclusivamente a loro, e i benefici di cui godono con la scusa delle presunte aggressioni subite. Inoltre, questo sindacato, ha avviato una causa legale privata nei confronti dei prigionieri anarchici del 27F.

Con questa azione lanciamo un grido al Salvatge di Barcellona, agli indomiti, per compiere azioni fino al 16/01/2022, per abbattere i muri delle prigioni e il sistema che le crea.

Partecipiamo tutti insieme alle marce di fine anno al CIE, Wad-Ras e Brians il 16 gennaio.

Se concentriamo le nostre forze, se facciamo tutto, saremo più forti!

CONTRO L’ADDOMESTICAMENTO DELLE LOTTE
PER UNA BARCELLONA SELVAGGIA
PER L’INSURREZIONE ANARCHICA

Fonte: actforfree.noblogs.org

Traduzione: infernourbano




Fonte: Infernourbano.noblogs.org