Aprile 22, 2022
Da Smaschieramenti
156 visualizzazioni

๐†๐ฅ๐ข ๐’๐ญ๐š๐ญ๐ข ๐†๐ž๐ง๐๐ž๐ซ๐š๐ฅ๐ข ๐‹๐†๐๐“๐๐ˆ๐€๐+ & ๐ƒ๐ข๐ฌ๐š๐›๐ข๐ฅ๐ข๐ญ๐ฒ ๐ซ๐ข๐ฉ๐ซ๐ž๐ง๐๐จ๐ง๐จ ๐ข ๐ฅ๐š๐ฏ๐จ๐ซ๐ข ๐๐ข ๐๐ข๐ฌ๐œ๐ฎ๐ฌ๐ฌ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐ž ๐ฆ๐จ๐›๐ข๐ฅ๐ข๐ญ๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐š ๐๐จ๐ฅ๐จ๐ ๐ง๐š ๐ข๐ฅ ๐Ÿ๐Ÿ’ ๐ž ๐Ÿ๐Ÿ“ ๐ฆ๐š๐ ๐ ๐ข๐จ ๐Ÿ๐ŸŽ๐Ÿ๐Ÿ
๐Ÿ“Œ DOVE E COME
Sabato 14 Maggio 2022 dalle 11.30 alle 19.00
Domenica 15 Maggio dalle 9.00 alle 17.00.
Le assemblee si terranno allโ€™interno dei locali dellโ€™universitร  in Via Berti Pichat, 6
(Informazioni alla fine del testo di convocazione)
Ci ritroviamo tutt* a Bologna per portare avanti le nostre riflessioni, proposte e strategie, dopo il primo appuntamento nazionale di dicembre a Roma e in preparazione dellโ€™appuntamento delโ€™8 e 9 luglio a Palermo, in cui Stati Genderali scenderร  in piazza nella giornata del Palermo Pride.
A dicembre abbiamo lavorato sulle istanze in 9 tavoli tematici che hanno prodotto conoscenze e rivendicazioni su altrettanti temi:
Il lavoro per aree tematiche ci ha permesso di focalizzare in modo approfondito bisogni e desideri specifici, ma siamo consapevoli della necessitร  di riaprire la discussione in modo assembleare per ampliare il dibattito giร  in corso. ๐‹โ€™๐จ๐›๐ข๐ž๐ญ๐ญ๐ข๐ฏ๐จ ๐žฬ€ ๐ช๐ฎ๐ž๐ฅ๐ฅ๐จ ๐๐ข ๐œ๐จ๐ฌ๐ญ๐ซ๐ฎ๐ข๐ซ๐ž ๐ฎ๐ง๐š ๐ฉ๐ข๐š๐ญ๐ญ๐š๐Ÿ๐จ๐ซ๐ฆ๐š ๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ซ๐ฌ๐ž๐ณ๐ข๐จ๐ง๐š๐ฅ๐ž ๐œ๐ก๐ž ๐ซ๐ž๐ฌ๐ญ๐ข๐ญ๐ฎ๐ข๐ฌ๐œ๐š ๐ฅ๐ž ๐ฉ๐ซ๐จ๐Ÿ๐จ๐ง๐๐ž ๐œ๐จ๐ง๐ง๐ž๐ฌ๐ฌ๐ข๐จ๐ง๐ข ๐ญ๐ซ๐š ๐ข ๐๐ข๐ฏ๐ž๐ซ๐ฌ๐ข ๐›๐ข๐ฌ๐จ๐ ๐ง๐ข ๐๐ž๐ฅ๐ฅ๐ž ๐ฌ๐จ๐ ๐ ๐ž๐ญ๐ญ๐ข๐ฏ๐ข๐ญ๐šฬ€ ๐‹๐†๐๐“๐๐ˆ๐€๐+ ๐ž ๐ฅ๐ž ๐ข๐ฌ๐ญ๐š๐ง๐ณ๐ž ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ญ๐ฎ๐ญ๐ญ๐ž ๐ฅ๐ž ๐š๐ซ๐ž๐ž ๐ญ๐ž๐ฆ๐š๐ญ๐ข๐œ๐ก๐ž ๐ข๐ง๐๐ข๐ฏ๐ข๐๐ฎ๐š๐ญ๐ž ๐ž ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ช๐ฎ๐ž๐ฅ๐ฅ๐ž ๐œ๐ก๐ž ๐ง๐จ๐ฆ๐ข๐ง๐ž๐ซ๐ž๐ฆ๐จ ๐ข๐ง๐ฌ๐ข๐ž๐ฆ๐ž ๐ข๐ง ๐Ÿ๐ฎ๐ญ๐ฎ๐ซ๐จ.
Stati Genderali รจ uno spazio politico di confronto variegato, attraversato da molte e diverse associazioni e collettivi LGBTQIAP+, transfemministi e queer. Nasce dalla constatazione che, in Italia, lโ€™azione politica della comunitร  LGBTQIAP+ non ha portato nemmeno a raggiungere quegli obiettivi di minima, ottenuti in molti paesi del mondo, in materia di tutela delle famiglie e s/famiglie e contro le discriminazioni. Questi obiettivi sono, appunto, minimi: pensiamo a quanti temi e bisogni vengono lasciati inespressi, fuori dai programmi di rivendicazione. Quelle due leggi da sole non esauriscono i diritti civili e sociali che la comunitร  LGBTQIAP+ puรฒ e deve rivendicare, e non sarebbero quindi una risposta sufficiente alla violenza strutturale e sistemica a cui siamo sottopost* ogni giorno della nostra vita. Lโ€™iter del Ddl Zan ci sembra particolarmente significativo: un provvedimento insufficiente โ€“ perchรฉ proposto senza la partecipazione dei movimenti e delle soggettivitร  LGBTQIAP+ โ€“ ha scatenato una discussione da cui รจ emersa una violenza imperdonabile che colpisce direttamente noi, persone lesbiche, bisessuali, queer, gay, froc*e, persone trans e non binarie asessuali, intersex, con disabilitร , neurodivergenze, HIVpositiv*, sexworker, con status di rifugiat* o migranti.
Con lo slogan #moltopiudizan , quindi, abbiamo animato piazze, manifestazioni e Pride con una ferma convinzione: una legge penale e punitiva non ci basta e non ci basterร  mai, soprattutto se consideriamo lโ€™intreccio tra la varie forme di violenza di genere, omolesbobitransfobica, razzista e abilista. E alla complessitร  dei bisogni della comunitร  corrisponde una grande varietร  di pratiche di lotta e di battaglie rivendicative.
Da queste riflessioni nasce lโ€™esigenza di ๐ซ๐ข๐ฏ๐ž๐๐ž๐ซ๐ž ๐ฅ๐ž ๐Ÿ๐จ๐ซ๐ฆ๐ž ๐๐ข ๐จ๐ซ๐ ๐š๐ง๐ข๐ณ๐ณ๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐๐ž๐ข ๐ฆ๐จ๐ฏ๐ข๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐ข, ๐๐š๐ข ๐๐ซ๐ข๐๐ž, ๐ฉ๐ซ๐ข๐ง๐œ๐ข๐ฉ๐š๐ฅ๐ž ๐Ÿ๐จ๐ซ๐ฆ๐š ๐๐ข ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฌ๐š ๐๐ข ๐ฉ๐š๐ซ๐จ๐ฅ๐š ๐ง๐ž๐ฅ๐ฅ๐จ ๐ฌ๐ฉ๐š๐ณ๐ข๐จ ๐ฉ๐ฎ๐›๐›๐ฅ๐ข๐œ๐จ ๐๐ž๐ฅ๐ฅ๐ž ๐ฌ๐จ๐ ๐ ๐ž๐ญ๐ญ๐ข๐ฏ๐ข๐ญ๐šฬ€ ๐‹๐†๐๐“๐๐ˆ๐€๐+, ๐š๐ฅ๐ฅ๐ž ๐ข๐ง๐ญ๐ž๐ซ๐ฅ๐จ๐œ๐ฎ๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ข ๐œ๐จ๐ง ๐ฅ๐ž ๐ข๐ฌ๐ญ๐ข๐ญ๐ฎ๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ข. Negli ultimi anni molte realtร  locali e pride cittadini si sono interrogate su come rendere efficace le proprie pratiche senza finire nella trappola di politicanti di turno o di imprenditori senza scrupoli, e di esprimere i nostri bisogni in modo indipendente, collettivo, dal basso e dando parola il piรน possibile alla comunitร . Pensiamo che occorra condividere queste esperienze e queste pratiche quale punto di partenza per mettere in discussione le forme con cui la comunitร  organizza e rappresenta sรฉ stessa politicamente, prendendo parola nei media, nello spazio pubblico, nel mondo culturale e del lavoro, oltre che davanti allโ€™istituzione e ai partiti.
Le nostre istanze sono molte e vogliamo che vengano ascoltate. Queste sono quelle che abbiamo elaborato nella scorsa assemblea di Stati Genderali:
๐ŸŸฃVogliamo una ๐ฅ๐ž๐ ๐ ๐ž ๐ฌ๐ฎ๐ฅ๐ฅโ€™๐š๐ฎ๐ญ๐จ๐๐ž๐ญ๐ž๐ซ๐ฆ๐ข๐ง๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐๐ข ๐ ๐ž๐ง๐ž๐ซ๐ž che superi il binarismo e la patologizzazione delle vite trans e non binarie, che ponga fine alle procedure di rettifica del sesso per i bambini intersex e che non leda la dignitร  delle persone.
๐ŸŸฃVogliamo il ๐ซ๐ข๐œ๐จ๐ง๐จ๐ฌ๐œ๐ข๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐จ ๐๐ž๐ฅ๐ฅ๐ž ๐ง๐จ๐ฌ๐ญ๐ซ๐ž ๐ฌ๐Ÿ๐š๐ฆ๐ข๐ ๐ฅ๐ข๐ž ๐ž ๐Ÿ๐š๐ฆ๐ข๐ ๐ฅ๐ข๐ž, dallโ€™adozione allโ€™accesso alla GPA e alle tecniche di fecondazione assistita fino alle alleanze che creiamo al di lร  del dato โ€œbiologicoโ€ della famiglia โ€œnaturaleโ€.
๐ŸŸฃVogliamo ๐ฌ๐œ๐ฎ๐จ๐ฅ๐ž ๐š๐ฅ๐ฅโ€™๐š๐ฅ๐ญ๐ž๐ณ๐ณ๐š ๐๐ž๐ข ๐๐ž๐ฌ๐ข๐๐ž๐ซ๐ข ๐๐ข ๐›๐š๐ฆ๐›๐ข๐ง* ๐ž ๐ซ๐š๐ ๐š๐ณ๐ณ*, dove lโ€™eterosessualitร  obbligatoria non sia lโ€™unico orizzonte, dove lโ€™educazione alle differenze sia davvero implementata insieme allโ€™educazione alla sessualitร , al consenso, allโ€™affettivitร .
๐ŸŸฃVogliamo accesso universale alla salute per tutt* e ๐ซ๐ž๐š๐ฅ๐ž ๐ฉ๐ซ๐ž๐ฏ๐ž๐ง๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž ๐๐ข ๐‡๐ˆ๐• ๐ž ๐ˆ๐“๐’, ๐ฌ๐ฎ๐ฉ๐ž๐ซ๐š๐ง๐๐จ ๐ฅ๐จ ๐ฌ๐ญ๐ข๐ ๐ฆ๐š e garantendo piena informazione e accesso ai farmaci, terapie e profilassi come la PREP, ad oggi estremamente cara e inaccessibile.
๐ŸŸฃVogliamo unโ€™๐š๐œ๐œ๐จ๐ ๐ฅ๐ข๐ž๐ง๐ณ๐š ๐š๐ฅ๐ฅ* ๐ซ๐ข๐Ÿ๐ฎ๐ ๐ข๐š๐ญ* ๐‹๐†๐๐“๐๐ˆ๐€๐+ ๐œ๐ก๐ž ๐ฌ๐ข๐š ๐๐ž๐ ๐ง๐š ๐๐ข ๐ช๐ฎ๐ž๐ฌ๐ญ๐จ ๐ง๐จ๐ฆ๐ž e un approccio maggiormente critico e consapevole ai temi della razzializzazione, anche allโ€™interno del nostro movimento.
๐ŸŸฃVogliamo ๐š๐œ๐œ๐ž๐ฌ๐ฌ๐จ ๐š๐ฅ ๐ฅ๐š๐ฏ๐จ๐ซ๐จ al di lร  delle politiche di diversity management, vogliamo le carriere alias anche nei nostri luoghi di lavoro, vogliamo superare le dinamiche di sfruttamento garantendo un reddito universale, che ci liberi dalla violenza economica e strutturale.
๐ŸŸฃCome persone disabili e neurodivergenti LGBTQIAP+ viviamo doppiamente la marginalizzazione e vogliamo ๐ฉ๐ซ๐ž๐ง๐๐ž๐ซ๐ž ๐ฉ๐š๐ซ๐จ๐ฅ๐š ๐ฌ๐ฎ๐ฅ๐ฅ๐š โ€œ๐ข๐ง๐œ๐ฅ๐ฎ๐ฌ๐ข๐จ๐ง๐žโ€ ๐ง๐ž๐ฅ๐ฅ๐ž ๐ฌ๐œ๐ฎ๐จ๐ฅ๐ž ๐ž ๐ง๐ž๐ฅ ๐ฅ๐š๐ฏ๐จ๐ซ๐จ. Partiamo dalla consapevolezza che รจ tutto da costruire e le politiche ad oggi presenti in Italia sono assolutamente insufficienti, basate su una gestione familistica delle nostre vite, quando invece necessitiamo di strumenti utili per la nostra indipendenza e autodeterminazione.
๐ŸŸฃAbbiamo bisogno di ๐ฉ๐ž๐ซ๐œ๐จ๐ซ๐ฌ๐ข ๐๐ข ๐Ÿ๐ฎ๐จ๐ซ๐ข๐ฎ๐ฌ๐œ๐ข๐ญ๐š ๐๐š๐ฅ๐ฅ๐š ๐ฏ๐ข๐จ๐ฅ๐ž๐ง๐ณ๐š ๐๐จ๐ฆ๐ž๐ฌ๐ญ๐ข๐œ๐š e assistita, necessitiamo di soluzioni per tutt* que* minorenni cacciati dalle proprie case e rispediti in quelle stesse dai servizi sociali. Per alcun* di noi emanciparsi dalla famiglia dโ€™origine รจ una questione di sopravvivenza.
๐ŸŸฃSentiamo il bisogno di ๐ข๐ง๐œ๐ข๐๐ž๐ซ๐ž ๐ง๐ž๐ฅ ๐๐ข๐›๐š๐ญ๐ญ๐ข๐ญ๐จ ๐ฉ๐ฎ๐›๐›๐ฅ๐ข๐œ๐จ scardinando alcune dinamiche della comunicazione e occupazione dello spazio mediatico a cui anche il nostro movimento sottostร  e che impediscono la piena rappresentazione della molteplicitร  della nostra comunitร .
Ragione di piรน, quindi, per tornare a incontrarci. ๐๐ž๐ซ ๐œ๐จ๐ฌ๐ญ๐ซ๐ฎ๐ข๐ซ๐ž ๐ฎ๐งโ€™๐š๐ฅ๐ญ๐ž๐ซ๐ง๐š๐ญ๐ข๐ฏ๐š ๐œ๐จ๐ง๐œ๐ซ๐ž๐ญ๐š ๐š๐ฅ๐ฅ๐ž ๐ฉ๐ซ๐จ๐ฉ๐จ๐ฌ๐ญ๐ž ๐ฅ๐ž๐ ๐ข๐ฌ๐ฅ๐š๐ญ๐ข๐ฏ๐ž ๐ข๐ง๐ฌ๐ฎ๐Ÿ๐Ÿ๐ข๐œ๐ข๐ž๐ง๐ญ๐ข ๐œ๐ก๐ž ๐๐š ๐š๐ง๐ง๐ข ๐œ๐ข ๐œ๐š๐๐จ๐ง๐จ ๐š๐๐๐จ๐ฌ๐ฌ๐จ ๐๐š๐ฅ๐ฅโ€™๐š๐ฅ๐ญ๐จ. Ci sembra ancora piรน importante farlo in un contesto fortemente mutato. Mentre ancora gestiamo le conseguenze del Covid, lโ€™invasione dellโ€™Ucraina da parte della Russia sta provocando morte e distruzione alle porte dellโ€™Europa. Suonano i tamburi di guerra, e sappiamo bene che soprattutto in questi casi non รจ previsto che sopravviviamo. E da che mondo รจ mondo, la sopravvivenza e la buona vita lโ€™abbiamo strappata con rivolte e rivoluzioni.
๐“๐จ๐œ๐œ๐ก๐ž๐ซ๐šฬ€ ๐ž๐ฌ๐ฌ๐ž๐ซ๐ž ๐ข๐ง ๐ญ๐š๐ง๐ญ* ๐ž ๐จ๐ซ๐ ๐š๐ง๐ข๐ณ๐ณ๐š๐ญ*. ๐๐จ๐ง ๐ฌ๐ข ๐ฉ๐ฎ๐จฬ€ ๐ฉ๐ž๐ซ๐๐ž๐ซ๐ž ๐ฅโ€™๐š๐ฉ๐ฉ๐ฎ๐ง๐ญ๐š๐ฆ๐ž๐ง๐ญ๐จ ๐œ๐จ๐ง ๐ฅ๐š ๐’๐ญ๐จ๐ซ๐ข๐š, ๐ฌ๐ž ๐ฏ๐จ๐ ๐ฅ๐ข๐š๐ฆ๐จ ๐ฌ๐œ๐ซ๐ข๐ฏ๐ž๐ซ๐ฅ๐š ๐ž ๐ง๐จ๐ง ๐ฌ๐ฎ๐›๐ข๐ซ๐ฅ๐š.
๐Ÿ“ŒOBIETTIVI
โ€“ elaborare una piattaforma condivisa di istanze che rappresentino il limite definitivo ai giochi politici sui nostri corpi
โ€“ raccogliere le esperienze di erogazione di servizi, di pratiche di lotta e di interlocuzione con le istituzioni verificando gli ostacoli che i movimenti incontrano per superarli su un piano locale e nazionale.
โ€“ intervenire collettivamente nel dibattito condotto su di noi, ma senza di noi, a partire dalla ripresa della discussione parlamentare del DDL Zan.
๐Ÿ“ŒPROGRAMMA
๐Ÿ•š Sabato 14 Maggio 2022 dalle 11.30 alle 19.00 Assemblea generale
๐Ÿ•šDomenica 15 Maggio dalle 9.00 alle 17.00
mattina: nuova riunione tavoli tematici
pomeriggio: assemblea generale
Le assemblee si terranno allโ€™interno dei locali dellโ€™universitร  in Via Berti Pichat, 6.
๐Ÿ“ŒPER CONTATTARCI ED ENTRARE A FAR PARTE DELLโ€™ORGANIZZAZIONE scrivici su Facebook e Instagram alla pagina Rivolta Pride o Stati Genderali e allโ€™indirizzo e-mail [email protected]
Il ricavato delle donazioni servirร  a pagare il luogo in cui faremo assemblea, a costruire casse mutue per sostenere il costo degli spostamenti e dellโ€™alloggio per chi ne ha bisogno, a pagare il servizio di interpretariato LISโ€ฆ e molto altro!
๐๐ž๐ซ ๐ฅ๐ž ๐ง๐จ๐ฌ๐ญ๐ซ๐ž ๐ฏ๐ข๐ญ๐ž, ๐ฉ๐ž๐ซ ๐ฅ๐š ๐ง๐จ๐ฌ๐ญ๐ซ๐š ๐š๐ฎ๐ญ๐จ๐๐ž๐ญ๐ž๐ซ๐ฆ๐ข๐ง๐š๐ณ๐ข๐จ๐ง๐ž
๐’๐ญ๐š๐ญ๐ข ๐†๐ž๐ง๐๐ž๐ซ๐š๐ฅ๐ข ๐‹๐†๐๐“๐๐ˆ๐€๐+ & ๐๐ข๐ฌ๐š๐›๐ข๐ฅ๐ข๐ญ๐ฒ

๐Ÿ“Œ DOVE E COME

Sabato 14 Maggio 2022 dalle 11.30 alle 19.00

Domenica 15 Maggio dalle 9.00 alle 17.00.

Le assemblee si terranno allโ€™interno dei locali dellโ€™universitร  in Via Berti Pichat, 6

(Informazioni alla fine del testo di convocazione)

Ci ritroviamo tutt* a Bologna per portare avanti le nostre riflessioni, proposte e strategie, dopo il primo appuntamento nazionale di dicembre a Roma e in preparazione dellโ€™appuntamento delโ€™8 e 9 luglio a Palermo, in cui Stati Genderali scenderร  in piazza nella giornata del Palermo Pride.

A dicembre abbiamo lavorato sulle istanze in 9 tavoli tematici che hanno prodotto conoscenze e rivendicazioni su altrettanti temi:




Fonte: Smaschieramenti.noblogs.org