Dicembre 5, 2021
Da Le Maquis
75 visualizzazioni


Edito da La Fiaccola, Ragusa, 2012, 55 p., Seconda Edizione.

Questo volumetto si propone di essere un invito e un aiuto agli studiosi perché esaminino più attentamente quella leggendaria ri­vista che fu «Il Mondo» tra il 1949 e il 1966. L’autore ha tratteg­giato le varie posizioni che il periodico di Pannunzio prese sull’antimilitarismo e sull’anarchismo. Sono così ricordate tante vi­cende, dalla severa condanna dell’obiezione di coscienza durante la guerra fredda, alla difesa dei «diffamatori» dell’esercito fascista; difesa unita sempre alla speranza di un nuovo esercito difensore del «mondo libero»; speranza che entra sempre più in crisi verso il 1960 per lasciare il passo alla condanna di ogni mentalità guerre­sca. E a proposito dell’anarchismo, sono segnalate le varie dife­se che «Il Mondo» fece di tanti «sovversivi» insieme alle critiche ideologiche. E dietro a tutto si intravede un mondo di persone vi­ve: Armando Borghi rievoca Salvemini che gioca a scopone con gli anarchici, lo stesso Salvemini trova accenti religiosi nel ricor­dare Berneri; Ernesto Rossi lascia le polemiche economiche per partecipare alla marcia della pace di Aldo Capitini…

Le ampie note (ancora arricchite in questa edizione) segnalano forse quasi ogni scritto che «Il Mondo» pubblicò su quegli argo­menti, e vogliono suggerire altri spunti di ricerca. In questa nuova edizione certe citazioni forse sconosciute su vicende come il Giap­pone in guerra, i fatti del i960, le polemiche del 1962, potranno essere stimolanti.

Link Download: https://mega.nz/file/CNAngSib#ABX8M-CKyfl4e6vkVwa6RNF55g9QYin5glUAA_kPR7g

Nota dell’Archivio
-Prima edizione: 1995




Fonte: Lemaquis.noblogs.org