Ottobre 24, 2022
Da Inferno Urbano
195 visualizzazioni

Riceviamo e pubblichiamo:

FUORI ALFREDO DAL 41 BIS
CHIUDERE IL 41 BIS
LIBERI TUTTI
LIBERE TUTTE

Dal 20 ottobre il compagno anarchico Alfredo Cospito è in sciopero della fame nel carcere di Sassari contro il regime di 41 bis nel quale è stato sottoposto lo scorso maggio, dopo dieci anni di detenzione in Alta Sicurezza. L’inedita decisione di rinchiudere un anarchico in 41 bis è solo la punta dell’iceberg della svolta autoritaria in atto in Italia, una svolta inaugurata con la strage nelle carceri del marzo 2020, proseguita con le inchieste contro le lotte sindacali, con gli operai della logistica accusati di “estorsione” nei confronti del padrone perché chiedevano aumenti salariali, in una controrivoluzione preventiva particolarmente accanita nei confronti del movimento anarchico come indicano i sequestri di libri e giornali, lo stillicidio di sorveglianze speciali, la condanna di Juan Sorroche a 28 anni di carcere e la Cassazione del processo scripta manent.

MARTEDì 1 NOVEMBRE
Ore 10 – Carcere di Terni
Ore 14 – Carcere di Spoleto
PRESIDI SOLIDALI

• Portiamo la notizia della lotta di Alfredo sotto le sezioni di 41 bis!
• Solidali con Juan, prigioniero in Alta Sicurezza nel carcere di Terni!
• Solidali coi detenuti di media sicurezza del carcere di Terni protagonisti della rivolta dello scorso 16 ottobre!
• Solidali con Roberto Morandi, rivoluzionario comunista in 41 bis nel carcere di Spoleto!




Fonte: Infernourbano.altervista.org