Giugno 15, 2021
Da Radio Blackout
94 visualizzazioni

Negli ultimi giorni le forze armate etiopiche (Ethiopian National Defense Force, ENDF) hanno trasportato altra artiglieria pesante nel Tigray. Addis Abeba si prepara alla battaglia finale di questa guerra le cui vittime sono soprattutto civili.
Secondo fonti diverse il 6 giugno scorso sono arrivate all’aeroporto di Makallé armi chimiche, tra cui bombe al fosforo, consentite in guerra ma vietate sulla popolazione civile. Si parla di 40-42 tonnellate.
L’allarme carestia nella regione cresce di giorno in giorno, e secondo fonti ONU, nel Tigray ne sono già colpite 350 mila persone. La carestia è innescata dalla guerra. I contadini fuggono le truppe etiopi e quelle della vicina Eritrea e abbandonano i campi.
In tutta la regione gran parte degli ospedali è stato saccheggiato, il 30 per cento ha subito gravi danni e solo il 16 per cento sarebbero funzionanti.

Ne abbiamo parlato con Massimo Alberizzi di Africa Express

Ascolta la diretta:





Fonte: Radioblackout.org