Giugno 17, 2021
Da FOA Boccaccio 003
91 visualizzazioni


Per ripensare la salute umana, individuale o di comunità, serve
mettere in discussione buona parte delle cose che ci hanno insegnato e
che si sono sedimentate in noi.
Proviamo ad esempio a mettere in discussione il concetto odierno di
farmaco, cioè uno degli elementi chiave del sistema medico e
scientifico occidentale. Cosa succederebbe se invece di delegare a
gruppi di industrie e università la possibilità di monopolizzare
ricerca e produzione, ci mettessimo noi a cercare e produrre ciò che
ci serve per il nostro benessere, prima durante e dopo una possibile
malattia?
In altre parole, storicamente abbiamo visto che più si accumula un
certo sapere medico in ambiti normati dai Sistemi Sanitari Nazionali o
sovranazionali, più si sottrae conoscenza e sapere alle comunità
umane.

Alla luce di queste riflessioni, che valevano anche prima dell’arrivo
del COVID sui giornali, abbiamo pensato di organizzare una gita sui
monti della Valsassina per raccogliere erbe e radici, mostrando come
con queste e altre si possano ottenere trasformati e miscele vegetali
utilissimi alla salute umana, congiungendo saperi quasi dimenticati ed
esigenze modernissime.

Sarà una escursione adatta a tutte e tutti in Valsassina e tra una
raccolta e l’altra avremo persone appassionate che ci guideranno in
questa esperienza tra erboristeria ed autoproduzioni.

Ritrovo h 8.00 in via Rosmini 11 a Monza. Rientro nel pomeriggio.
Pranzo al sacco. Non abbiamo certezza che troveremo fonti d’acqua.
Portati una borsa di tela e un coltellino se vuoi raccogliere.

Se piove, si rimanda.




Fonte: Boccaccio.noblogs.org