Novembre 21, 2020
Da Radiocane
96 visualizzazioni


Tra picchetti volanti, blocchi del traffico e pasti consumati insieme per strada – anzichĂ© essere consegnati al cliente – da qualche giorno ha preso il via la protesta dei riders. Da quando un nuovo contratto, che conferma il cottimo e abbassa le tariffe, Ăš stato siglato, si ritrovano  in Piazza 24 maggio per poi attraversare in lungo e in largo il centro urbano e “scioperare” l l’ultimo miglio della smartcity, quel tratto, d’asfalto o pavĂ©, che separa la merce dal consumatore, comodamente seduto sul divano di casa. In tempi di confinamento sanitario, un uso intelligente e libero delle strade, che assume la forma di un sonoro “vaffanculo” a due ruote.
Ne abbiamo parlato con una rider milanese, che ci racconta quanto accaduto tra martedĂŹ e giovedĂŹ.




Fonte: Radiocane.info