Febbraio 24, 2022
Da Il Manifesto
160 visualizzazioni

8.26
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dato l’ordine alle Forze armate del Paese di infliggere il massimo delle perdite agli invasori. In un tweet pubblicato quasi in contemporanea, il capo dello Stato ucraino ha anche esortato i Paesi occidentali a costruire immediatamente una “coalizione anti-Putin”, dopo l’inizio delle operazioni militari della Russia in Ucraina.

7.47

L’ambasciata degli Stati Uniti in Ucraina riferisce “notizie di attacchi russi contro obiettivi in ​​alcune delle principali città ucraine, tra cui Kiev, Charkiv, Odessa, Mariupol e altre”. La sede diplomatica consiglia ai cittadini statunitensi di cercare riparo e recarsi al livello più basso degli edifici con il minor numero di pareti esterne e aperture. “Ulteriori azioni militari russe possono verificarsi in qualsiasi momento senza preavviso” (da Agenzia Nova)

Prime ore del 24 febbraio: dopo una notte drammatica Putin ha ordinato l’inizio delle operazioni speciali nel Donbass. Secondo il servizio di frontiera ucraino l’attacco arriverebbe da più fronti: dal Donbass, dalla Crimea e dalla Bielorussia. Alle 7.10 Putin ha comunicato che intenzione non è quella di occupare il paese. Legge marziale in Ucraina.

A mezzanotte a Kiev era scattato lo stato di emergenza; Zelensky ha fatto un discorso alla nazione drammatico, in russo (dando, in risposta a Putin, la sua personale versione della storia ucraina) poi ha provato a chiamare Putin, nessuna risposta. Prima i separatisti avevano chiesto l’aiuto militare di Mosca contro incursioni ucraine. Per gli Usa si trattava di false flag, una scusa per l’invasione. Zelensky ha chiesto una riunione d’emergenza del consiglio di sicurezza Onu.

Qualche ora prima dell’annuncio di Putin: fonti avrebbero rivelato alla Reuters di due convogli militari, senza insegne identificabili, si sta dirigendo a Donetsk lungo strade che non sarebbero sul confine russo. Poi l’annuncio di Putin: “Ho deciso per un’operazione militare speciale per proteggere la popolazione che per otto anni è stata soggetta a maltrattamenti e genocidio”. Zelensky ordina la legge marziale e accusa Mosca di guerra “di aggressione”.

Condanne da Usa, Ue. Poco dopo le 7 le forze armate ucraine hanno comunicato che l’esercito russo ha iniziato “bombardamenti intensivi” delle sue unità nell’est del paese. La Russia avrebbe anche lanciato attacchi missilistici sull’aeroporto di Boryspil vicino a Kiev e su molti altri aeroporti. Smentito l’attacco a Odessa.




Fonte: Ilmanifesto.it