Maggio 17, 2022
Da Radio Blackout
171 visualizzazioni

A qualche giorno dalla conclusione dell’Eurovision proponiamo un’intervista a Pedro, attivista di Extinction Rebellion Torino, che ci racconta l’impegno e le rivendicazioni portate durante questo grande evento vetrina da parte degli e delle attiviste per il clima.

Le iniziative, susseguitesi ogni giorno, erano inserite nella campagna Music Declares Emergency e avevano l’obiettivo di utilizzare la grande macchina messa in moto per narrare gli eventi dell’Eurovision per ottenere visibilità e comunicare un messaggio che portasse al centro la questione dell’emergenza climatica. Dall’invasione del Turquoise Carpet ai blocchi del traffico intorno al Valentino e al PalaAlpitour, alla performance dei Maneskin incatenati al cancello, il messaggio era chiaro: non esisterà musica su un pianeta morto.





Fonte: Radioblackout.org