15 visualizzazioni


Il potere ha utilizzato – con un vero e proprio capovolgimento dei propositi
– ciò che era nei nostri sogni, anziché far l’uomo più libero con il progresso,
la scienza, la macchina, la cultura eccetera, renderne più rapido è sicuro l’asservimento.

Ogni scoperta ed ogni o invenzione – nate tutte dal proposito di essere
vantaggiose all’uomo – sono state deviate ed utilizzate contro l’uomo. Basta guardarsi
attorno, con un minimo di senso critico e morale e ci si accorge che tutto, ma proprio
tutto, viene attuato per renderci servi.

Un tentativo che – pur essendo tutt’altro che escluse le violenze e le
atrocità dei vari fondamentalismi (sotto le tante maschere, religione ed etnia in
primis) – aggredisce l’uomo, con i mezzi suadenti delle comunicazioni di massa.

Chiaro ed orrifico il fine: non più individui, non più cittadini, non
più un popolo, ma milioni di uomini e donne, senza volto né storia, servi.

Ripeto: la macchina del potere ha posto al proprio servizio gli uomini
di lettere, di cultura e di scienza, i giovani “più in vista” e i politici.

Uomini di lettere, di cultura e di scienza. Comprati.

I giovani più in vista. Utilizzati come paladini dell’industria e del
capitale, i migliori nello sport, nello spettacolo, nel trattenimento e nelle arti.
Giovani che, per denaro, esaltano -forse inconsapevoli – una programmazione emmerdosa.

I politici nazionali e no… La comunità europea – in cui avevamo pur
posto speranze –  ha emanato norme subdole
e fintamente igieniche per mettere fuori gioco, a favore di industria, conserve,
salse, formaggi e salumi, prodotti in modo artigianale senza rischio reale alcuno,
da millenni.

In modo più spettacolare continuo, i mass-media, le pubbliche relazioni,
le promozioni e la pubblicità.

Ad ogni ora del giorno persuasori tutt’altro che occulti esaltano ciò
che dovrebbe civilmente essere condannato. Fanno consumare le stesse cose in ogni
angolo del mondo, costringono a consumi non necessari anche i più poveri, impongono
alimenti geneticamente manipolati di cui si ignorano gli effetti a tempo lungo sull’organismo
umano – i cosiddetti alimenti transgenici, che ci propongono l’uniformità dei gusti
– ed annullano il mutare delle stagioni.




Fonte: Achatnuarproduction.blogspot.com