Maggio 5, 2022
Da Anarres-info
112 visualizzazioni
Venerdì 6 maggio Fratelli d’Italia vorrebbe sfilare per le strade di Aurora e Barriera.
Il partito della Meloni usa una propaganda razzista, discriminatoria e violenta, per scaricare sulle persone più oppresse i problemi del quartiere, di cui i politici come loro sono parte in causa, alimentando una guerra tra poveri.
Dietro la maschera della destra ragionevole e di governo Fratelli d’Italia sostiene la svendita della sanità pubblica e la chiusura di ospedali e presidi sanitari, per favorire la sanità privata.
Favorisce i grandi speculatori, che aumentano il numero degli sfratti già altissimo nella zona.
Porta avanti posizioni misogine, fasciste, omotransfobiche e antiabortiste.
Traffica sottobanco con la criminalità organizzata in cerca di pacchetti di voti e di appalti.
Alimenta odio nei confronti di immigrati e persone razializzate che vivono il quartiere e che ogni giorno subiscono il peso del razzismo.
Le strade e le piazze sono terreno di scontro e di contraddizioni, e in queste abbiamo deciso di stare. Non per imporre una ricetta, ma per proporre un modo di risolvere i problemi.
Insieme possiamo indicare i veri responsabili dello sfruttamento tra le mura domestiche, sui luoghi di lavoro, del disastro ambientale, della guerra guerreggiata e di quella in tempo di pace.
Vogliamo respingere questa retorica razzista e chi la porta avanti!
Con i nostri corpi, con le nostre voci, saremo nelle nostre strade e non cederemo terreno.
Vogliamo animare i quartieri di Aurora e Barriera che i fascisti hanno scelto per la loro arrogante manifestazione, trasformandolo in una barricata invalicabile di musica, di parole, di striscioni e di bandiere, che tenga alla larga questa fratellanza indegna.
Aurora non si vende a chi pretende di governarla con il pugno di ferro delle telecamere, della speculazione edilizia, della violenza della polizia.
Il degrado sono i fascisti e i razzisti.
Venerdì 6 maggio alle 18 in corso Giulio Cesare angolo corso Brescia.



Fonte: Anarresinfo.org