101 visualizzazioni

A luglio”ci saranno mille voci, mille parole, eventi, opinioni discordanti. Molte preferiremmo non sentirle. Vogliamo che la storia del collettivo finisca dicendo ancora una volta la nostra: un documentario, un fumetto, un manifesto, un numero di Zapruder, un’animazione. Questo è l’ultimo anno per ribadire ancora una volta che la memoria è un ingranaggio collettivo”.

16 Febbraio 2021 – 13:25

La storia di vent’anni a fianco delle e dei manifestanti che hanno subito processi e stanno ancora scontando condanne per le contestazioni del G8 di Genova del 2021, con la regia di Fabio Bianchini Pepegna, i disegni di Zerocalcare, le voci originali, i materiali di archivio. Lo progetta il collettivo SupportoLegale, avviando una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso.

Si legge nel testo di presentazione: “Estate 2021: saranno passati 20 anni dalle giornate del G8 a Genova. SupportoLegale, il collettivo che ha seguito i tre gradi di giudizio di tutti i processi, raccogliendo donazioni per sostenere il lavoro processuale prima e la vita in carcere dei condannati poi, ha deciso di raccontare la sua storia in un documentario. Una storia collettiva di reazione e non di resilienza, di consapevolezza, di impegno tenace e ossessivo, di politica e di umanità ma anche di allegria, leggerezza e voglia di fare. Estate 2004, è l’inizio di questa storia; sono passati 3 anni dalle giornate di Genova, il movimento contro il G8 si è spezzato più volte, perquisizioni e sequestri hanno portato nelle mani della procura genovese tantissima documentazione audio e video che ora viene utilizzata per indagare sulle azioni avvenute durante i cortei e le manifestazioni. Gli avvocati che difendono i manifestanti chiedono aiuto al network di controinformazione Indymedia. Si crea da subito un gruppo di ‘sgobboni’ che, impegnato a regime serrato sulla trascrizione di decine di faldoni, sull’analisi di migliaia di ore di video, sull’ascolto di centinaia di file audio, si solidifica e si struttura per non fermarsi più: nasce SupportoLegale. Il collettivo oltre al lavoro processuale e di costante controinformazione, produrrà libri, cd, gadget e concerti benefit e, nel 2007, alla vigilia di una sentenza che farà scuola per qualsiasi dispositivo repressivo degli anni a venire (100 anni di carcere a 25 manifestanti accusati di ‘devastazione e saccheggio’), chiamerà a Genova 100.000 persone a rivendicare che la storia di quei movimenti e di quelle idee non sarebbe stata la stessa storia che si stava scrivendo nelle aule dei tribunali : la memoria è un ingranaggio collettivo. Il documentario racconterà questa storia attraverso materiali di archivio, i disegni di ZeroCalcare e le voci di attivisti e imputati”.

Ma non c’è solo il documentario in cantiere, come si legge sul sito del collettivo: “Era l’estate del 2001 quando un pezzo di storia è passata per le strade di Genova. Era l’estate del 2004 quando, passati 3 anni dall’apice di un movimento antiliberista che non riuscirà più a ritrovare i propri pezzi, è iniziata la storia politica e umana di SupportoLegale. In quei mesi è a Indymedia che viene chiesto di aiutare la segreteria del Legal Forum per gestire la mole incredibile di materiale che la procura utilizzerà per i processi legati al G8, in particolare per il processo ai manifestanti. Un variegato gruppo di mediattivisti e militanti accetta di partecipare a questo progetto, ma mettere d’accordo i metodi assembleari e i tempi dilatati di Indymedia e le necessità stringenti e i tempi strettissimi dei processi non è semplice. Il gruppo si asciuga, fino ad una scelta di autonomia che separerà il collettivo di SupportoLegale da Indymedia dopo un’assemblea lunghissima e faticosa: il gruppo che già da mesi lavorava a regime serrato sulla trascrizione di decine di faldoni, sull’analisi di migliaia di ore di video, sull’ascolto di centinaia di file audio, si solidifica e si struttura per non fermarsi più. Nasce SupportoLegale”.

Prosegue il testo: “La storia di SupportoLegale si snoda un po’ come una rapsodia prima attraverso anni di processi in cui il lavoro come consulenti della segreteria legale del Genoa Legal Forum va in parallelo con la raccolta fondi, la comunicazione e il racconto puntuale di ogni udienza. SupportoLegale si ‘allarga’ e supporta la segreteria del processo al Sud Ribelle e segue anche altri procedimenti penali: 11 marzo e San Paolo su tutti. Dopo le sentenze invece il focus diventa il supporto soprattutto economico ai manifestanti condannati a pene pesantissime. Intanto si susseguono gli appuntamenti in cui SupportoLegale per voce dei suoi attivisti racconta i processi, i concerti di tanti musicisti solidali, la produzione di magliette, agende, testi, fumetti, cd e qualsiasi altra cosa possa mantenere alta l’attenzione su una storia che rischiava di essere scritta solo dai tribunali. Come in un’orchestra, seppur senza direttore, ogni persona, strumento, gruppo fa quello che deve fare e il risultato non è una somma di individui ma un’organismo collettivo. Nel 2007 la chiamata per un grande corteo a Genova che sottolinei l’orrore delle condanne per devastazione e saccheggio: rispondono in 100.000 dietro allo striscione ‘nessun rimborso’. Arriviamo ad oggi, sono passati 19 anni da Genova. Più uno, il 2021, che segnerà la celebrazione del ventennale del G8. Ci saranno mille voci, mille parole, eventi, opinioni discordanti. Molte preferiremmo non sentirle. Ma qui non può che finire la storia di SupportoLegale e vogliamo che finisca dicendo ancora una volta la nostra: un documentario, un fumetto, un manifesto, un numero di Zapruder, un’animazione… Questo è l’ultimo anno per ribadire ancora una volta che la memoria è un ingranaggio collettivo. Anche tuo”.




Fonte: Zic.it