Luglio 5, 2021
Da Unione Sindacale Italiana
32 visualizzazioni


Attenzione: apre in una nuova finestra.
PDFStampaE-mail

Vile Aggressione contro

due lavoratori militanti dell’USI

Durante la manifestazione di sabato 19 giugno a Roma, indetta dal S.I. COBAS, per protestare contro l’assassinio del sindacalista Adil Belakhdim, un gruppo di soggetti appartenenti alla Palestra Quarticciolo, ha vigliaccamente aggredito due lavoratori, due compagni, aderenti all’USI (tra cui un nostro dirigente), proprio mentre erano in piazza al corteo in solidarietà con i lavoratori della logistica.

I due compagni sono stati aggrediti da una decina di persone, un vero e proprio pestaggio, a freddo, attuato alle spalle, forti della superiorità numerica. Un’azione doppiamente vile e intollerabile, per la modalità e il contesto in cui si è svolto: durante un corteo in solidarietà contro l’omicidio di un attivista sindacale.

Quest’episodio non è il primo che vede per protagonisti questi balordi che si fregiano del titolo di compagni. Negli anni passati abbiamo già subito vicende simili sempre da questi personaggi, tra cui l’irruzione in una nostra sede proprio a Quarticciolo. Lo scopo, in quell’occasione, era appropriarsi di quegli spazi occupati, dove svolgevamo attività da 15 anni, insieme alle nostre cose.

Questo fatto evidenzia ancora di più le modalità di questi soggetti, tipiche dei delinquenti al soldo del padrone, che cercano di intimidire i lavoratori con la violenza e la prepotenza.

Una vicenda grave che denunciamo con l’intento di fare luce sulla reale natura di questi soggetti e il loro modo di agire.

Convinti che la verità sia lo strumento migliore contro le tante chiacchiere dietro le quali si nascondono certi personaggi.

Sempre al fianco di chi lotta per giuste rivendicazioni, noi non faremo un passo indietro.

Unione Sindacale Italiana

Segreteria Nazopnale

05 Giugno 2021




Fonte: Usiait.it