Ottobre 10, 2022
Da Radiocane
200 visualizzazioni

La storia giudiziaria di Vincenzo potrebbe avviarsi verso la conclusione.

Vincenzo, è un compagno ed un amico: per questo abbiamo cominciato a raccontare la sua storia nel settembre del 2019.

Prima siamo andati direttamente a Rochefort En Terre a conoscere il Comité Soutien, nato nei giorni immediatamente successivi al suo arresto (qui l’intervista); sempre lì siamo tornati dopo la sua liberazione dal carcere di Rennes e chiacchierando con lui abbiamo registrato una lunga testimonianza ( che potete riascoltare qui); durante lo stesso viaggio abbiamo chiesto al Comité Soutien di raccontarci del M.A.E. e della situazione legale di Vincenzo (qui).

Nei due anni seguenti abbiamo seguito i passaggi decisivi del procedimento giudiziario, pubblicando un commento alla sentenza di Anger, quella che ha negato l’estradizione per devastazione e saccheggio (lo trovate qui), e un commento ai quesiti posti alla Corte di Giustizia Europea dopo il ricorso in cassazione (lo trovate qui).

Infine quest’estate abbiamo chiesto a uno degli avvocati italiani di Vincenzo di spiegarci come e perché Vincenzo rischia nuovamente l’estradizione (lo puoi riascoltare qui).

Inoltre, sempre attinente, in occasione del ventennale di Genova 2001 avevamo composto un piccolo speciale a tema, per non dimenticare (lo trovi qui).

In questi giorni di attesa, in vista del possibile pronunciamento di martedì 11 ottobre, abbiamo provato a riannodare i fili di questa vicenda usando alcuni di questi vecchi spezzoni d’archivio. Con questi audio abbiamo dialogato, in un’immaginaria conversazione al bar, cercando il punto di inizio di questa storia. Una storia che non smette di iniziare mai, come quella di tutti noi.

 

<!–

–>




Fonte: Radiocane.info