234 visualizzazioni

Nuovo graffito tra i civici 36 e 38 di via Zamboni, dove dai tempi dell’Onda sono dipinte le rivendicazioni di collettivi e movimenti universitari. Cua: “Preservare un patrimonio Unesco è anche garanzia di silenzio, Abbiamo preso voce, parola, spazio, lasciato un pezzetto della nostra storia di precarietà, sfruttamento, paure ma anche di rabbia e gioia”.

18 Giugno 2022 – 20:14




Fonte: Zic.it