Gennaio 21, 2022
Da Radio Blackout
206 visualizzazioni

Il nodo torinese della rete Extinction Rebellion ha organizzato uno sciopero della fame davanti alla Regione Piemonte nello specifico praticato da Ruggero, attivista che abbiamo sentito ai microfoni di Radio Blackout, per pretendere posizioni chiare rispetto al cambiamento climatico.

Occorrono assemblee pubbliche, sensibilizzare e informare correttamente i e le cittadine e soprattutto mettere all’angolo le istituzioni che finora hanno citato l’impegno per combattere il cambiamento climatico senza mai fare nulla di concreto. Soprattutto in Piemonte e in una città come Torino, tra le più inquinate d’Europa, occorrono scelte politiche ben precise se si vuole affrontare questo problema.

Secondo Extinction Rebellion il governo e gli amministratori devono agire immediatamente per riuscire ad arginare l’aumento esponenziale di emissioni di gas serra e le loro azioni devono essere la conseguenza diretta di decisioni collettive prese mettendosi in ascolto con la popolazione.





Fonte: Radioblackout.org