Novembre 28, 2021
Da Le Maquis
36 visualizzazioni


Cosa succede a un gruppo di studenti che accettano di essere rinchiusi per due settimane in una prigione simulata? Quale la condotta di chi veste i panni dei carcerieri e di chi assume le vesti dei prigionieri? È quello che emerse durante il controverso esperimento svolto nel 1971 da Philip Zimbardo a Stanford. La ricerca venne interrotta dopo solo sei giorni a causa dell’atteggiamento aggressivo dei carcerieri e quello apatico dei prigionieri, ma dimostrò il potente effetto dei ruoli sociali sul comportamento umano. Legando questi avvenimenti a quelli che si verificano in altri luoghi dell’oppressione, come la prigione di Guantanamo, l’autore indaga le dinamiche tipiche dei luoghi in cui un gruppo di persone esercita potere su un altro.                     

Edito da Einaudi, Torino, 2004, 138 p.

Link download:

https://mega.nz/file/zEpk2K5A#dgBeGCtM9rK2q3HhTs3oPtE368xN1Sb5Im0oa-DBlNE




Fonte: Lemaquis.noblogs.org